Articolo »

  • 21 novembre 2019
  • Casale Monferrato

Iniziativa

Sabato 30 novembre “Scuola IN città” al Castello del Monferrato

Dalle ore 14,30 la presentazione dei corsi delle Superiori

“Scuola IN città” sabato 30 novembre al Castello dei Paleologi di Casale Monferrato dove, tra le ore 14,30 e le 17,30, si potranno incontrare, in un unico luogo e momento, tutte le offerte di studio degli istituti superiori monferrini. Il progetto, per la prima volta a Casale, nasce da Scuole Insieme, per offrire un servizio di informazione e di orientamento sui possibili e variegati percorsi di studio disponibili sul territorio rimandando, eventuali approfondimenti, durante gli Open Day programmati nel mese di dicembre e di gennaio, ovvero entro le iscrizioni che si terranno tra il 7 e il 31 di gennaio prossimo.

Tra le mura del castello del Monferrato, saranno dunque presenti gli Istituti Superiori: Leardi (Amministrazione Finanza e Marketing, Cat Costruzioni Ambiente e Territorio, Turismo, Grafica&Marketing e Liceo Artistico Angelo Morbelli); Luparia (Produzioni e Trasformazione dei Prodotti; Gestione Ambiente e Territorio); Ascanio Sobrero (Licei di Scienze Applicate, Internazionale, Quadriennale e Sportivo; Itis Meccanica, Meccatronica ed Energia; Elettronica; Informatica; Chimica; Logistica); Cesare Balbo (con i licei Scientifico, Scientifico+Scientifico, Classico, Linguistico, Economico-Sociale della Comunicazione, delle Scienze Umane, Liceo Linguistico Quadriennale); Ciofs (Centro di Formazione Professionale); For.AL. (Consorzio per la Formazione Professionale); Artusi (Istituto Professionale dei Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera); Cpia (Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti”.

La presentazione del nuovo format “Scuola IN città” è stata illustrata dall’Assessore Gigliola Fracchia questa mattina, nella sala Guala di Palazzo San Giorgio; nell’occasione, lo stesso assessore ha rassicurato i dirigenti scolastici sull’annoso problema dei trasporti su rotaia da Casale per Alessandria (ndr gli orari non collimano con quelli scolastici, costringendo gli studenti ad anticipare l’uscita di circa mezz’ora). «Abbiamo trasmesso comunicazione all’Agenzia regionale per la Mobilità; non ci hanno ancora risposto ma, sappiamo, che la modifica degli orari, così come richieste, non comprometteranno linee e coincidenze. Confidiamo, pertanto, in un riscontro positivo a giorni».

«Si tratta di una questione importante - hanno sottolineato i dirigenti scolastici - affinché anche gli studenti alessandrini possano scegliere le nostre scuole, senza incorrere nei disagi legati ai servizi di trasporto, ossia, rinunciarvi».