Articolo »

Servizio ai cittadini

Vignale: fumata nera per il Postamat

Niente da fare dopo i solleciti del sindaco Tina Corona

Per Vignale quello del Postamat sarebbe un importante servizio

Fumata nera dalla Filiale di Alessandria 1 di Poste Italiane alle sollecitazioni del Sindaco Tina Corona riguardanti l'installazione a Vignale del Postamat - già presente in vari Comuni limitrofi, per sopperire soprattutto alla sempre più frequente chiusura degli sportelli bancari, utile a velocizzare pagamenti, versamenti e commissioni.

«Al momento non è possibile dare seguito alla richiesta - afferma nella lettera di risposta la Direttrice di Filiale Chiara Franco - Evidenzio che nel corso delle prossime settimane, l'Azienda continuerà ad analizzare le segnalazioni pervenute e valuterà ulteriori interventi di ampliamento orario dell'ufficio postale. Poste Italiane intende proseguire nel graduale ripristino dell'offerta dei servizi della rete degli uffici postali, pur nell'attuale emergenza sanitaria che, ormai da quasi un anno, mette a dura prova tutte le realtà economiche e sociali del nostro Paese. Sin dall'inizio della pandemia, l'Azienda ha offerto e continua ad offrire un sostegno concreto all'intero territorio nazionale, garantendo con continuità l'erogazione dei propri servizi in ottica di totale trasparenza e collaborazione con le istituzioni centrali e locali, nel rispetto della preminente esigenza di tutela della salute dei propri lavoratori e dei cittadini».

Il caso è nato dai sempre più vistosi disagi relativi alla fruizione dell'Ufficio Postale vignalese, aperto solo tre giorni a settimana, con lunghe code fuori dallo sportello. A seguito di ciò, il sindaco Corona aveva di recente deciso di interpellare Federico Fornaro, membro della Camera dei Deputati, circa i disservizi: «L’Ufficio Postale di Vignale Monferrato resta aperto solo tre giorni alla settimana e la riduzione del servizio comporta inevitabilmente il formarsi di code in attesa al di fuori dell’ufficio - ha rimarcato il Primo Cittadino nella missiva - È superfluo ricordare che gli utenti, soprattutto nelle piccole realtà quali il Comune da me amministrato, sono in massima parte anziani che pur appartenendo ad una categoria fragile e bisognosa di protezione in questa fase emergenziale, si vedono costretti a lunghe attese al freddo a alle intemperie. L'assenza di un Postamat acuisce ulteriormente il disservizio, ma non risultano ad oggi interventi migliorativi da parte della Poste Italiane s.p.a., malgrado i solleciti da me inviati nei mesi precedenti».

Nella fattispecie, Fornaro aveva sottoposto l'interrogazione all'allora Ministro dello Sviluppo Economico del Governo Conte II Stefano Patuanelli, un gesto di poco posteriore a un analogo riguardante l'Ufficio Postale del Comune di Volpedo.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Alessandra Rosso

Alessandra Rosso
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!