Articolo »

In Comune

Non solo a Borsellino: la Sala consiglieri intitolata anche a Falcone

Mozione di Fratelli d’Italia che recepisce la volontà di Ritrovare Casale di non separare i due nomi

La Sala consiglieri del Comune, con il voto favorevole del Consiglio comunale di giovedì sera, sarà intitolata a Paolo Borsellino e Giovanni Falcone. In realtà, nelle intenzioni originarie di Fratelli d’Italia, il partito di maggioranza che ha presentato la mozione, la Sala avrebbe dovuto essere intitolata solamente a Borsellino, «uomo simbolo della lotta alla mafia». Inoltre, la mozione chiede anche di posizionare una targa riportante le motivazioni con le quali venne concessa la medaglia al valor civile e i nomi degli agenti della scorta.

Durante la Capigruppo di giovedì, però, il consigliere Giorgio Demezzi (Ritrovare Casale) ha chiesto motivazioni sull’intitolazione della Sala al solo Borsellino e non anche al collega Falcone: a sostegno della richiesta si è unito anche il Pd e parte della stessa maggioranza di Difesa e Ripresa.

«C’è stata una discussione tra i nostri gruppi - spiega Giampiero Farotto, capogruppo di Fratelli d’Italia - e abbiamo convenuto di estendere l’intitolazione anche a Giovanni Falcone. Avremmo voluto limitare l’intitolazione della Sala consiglieri a Borsellino e individuarne un’altra per Falcone per valorizzare al massimo ciascuna delle due figure, ma viste le sollecitazioni provenienti da più parti e il sentire comune abbiamo preferito recepire le istanze. Del resto, sostanzialmente non cambia nulla e l’importante è ricordare in modo degno i due magistrati».

Soddisfatto il consigliere Demezzi: «Mi fa piacere che abbiano accolto la proposta: mi sembrava senza senso limitarsi a Borsellino quando, dappertutto, i due nomi sono associati».


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Puccio Puma

Puccio Puma
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!