Articolo »

Casale Monferrato

Chi sono i vincitori del Premio Eternot 2019? Ecco i nove insigniti

Le celebrazioni istituzionali avranno luogo lunedì 29 aprile, a partire dalle ore 9 al Teatro Municipale

Chi sono i vincitori del Premio Eternot 2019? «I vincitori del Premio Eternot 2019 sono stati individuati dopo un confronto molto serio e approfondito, e così come era già successo nell’edizione precedente sono stati individuati nove premiati». Eccoli in ordine alfabetico: Andrea Caselli, Riccardo Coppo, Franca Durando, Cinzia Manzoni, Comune di Monfalcone, Franco Pistono, Bruno Pesce, Cosimo Semeraro, Ruggero Vigliaturo. 

«Questo Premio nasce nella volontà di tenere un’attenzione quotidiana sulla lotta all’amianto facendo crescere la rete di persone e istituzioni che perseguono l’obiettivo di liberare l’Italia dall’Amianto – ricorda il sindaco Titti Palazzetti a nome della Commissione. Ci sono state candidature che non sono state premiate ma questo non è e non va letto come un “giudizio” escludente. Al contrario, attraverso questo lavoro stiamo costituendo una mappatura di buone pratiche che diventerà un archivio prezioso per la storia d’Italia. Tutti i candidati sono, di fatto, parte di questa rete e per tanto meritano il premio più grosso: la gratitudine di tutta la città. Per tanto l’invito a partecipare ai due eventi di restituzione di queste buone pratiche è aperto a tutti coloro che hanno preso parte, in qualsivoglia modo, a questa come alle precedenti edizioni».

Domenica 28 aprile è previsto un appuntamento conoscitivo, con visita al Parco Eternot, alle ore 19. Qui saranno accolti ufficialmente i premiati di questa e delle passate edizioni. Un momento informale per conoscersi e «avviare il contagio positivo» della lotta all’amianto. Le celebrazioni istituzionali avranno luogo lunedì 29 aprile, a partire dalle ore 9 e per tutto l’arco della mattinata al Teatro Municipale di Casale Monferrato. «In questa sede i premiati avranno la possibilità di divulgare il loro impegno, le attività che svolgono nei loro territori, e la propria rete di collaboratori. Di anno in anno infatti ci si è accorti di come questo premio rappresenti un momento di crescita e si è deciso di dare maggiore protagonismo alle pratiche. Nel comunicare i nomi dei vincitori dell’edizione 2019 del Premio Eternot la commissione selezionatrice desidera ringraziare tutti i candidati di quest’anno. Tutti i profili sono stati studiati con impegno e, proprio a causa dell’alto profilo che ogni candidato ha espresso, l’individuazione di coloro che si sono maggiormente distinti nella lotta all’amianto è stata particolarmente ardua».

Titti Palazzetti e l’assessore alla Cultura Daria Carmi hanno proposto «di avere alcune menzioni d’onore che, grazie alla collaborazione di Agostino Giusto, riceveranno la Rosa Eos, il cui concepimento fu proprio all’origine della vittoria del Premio Eternot nella scorsa edizione. Le menzioni d’onore verranno comunicate nei prossimi giorni».