Articolo »

  • 20 novembre 2022
  • Casale Monferrato

Basket Serie A2

La capolista Cantù espugna il "PalaEnergica"; la corazzata di coach Sacchetti s'impone 65-77

Top scorer dell’incontro Lucio Redivo che, dopo avere indossato la maglia albiceleste, torna in Monferrato segnando 25 punti in 31 minuti di impiego

Lucio Redivo in palleggio nel match contro Cantù (foto Monferrato Basket)

Partita di cartello al “PalaEnergica Paolo Ferraris”: la Novipiù, che la scorsa domenica ha osservato il turno di riposo, riceve la corazzata San Bernardo Cantù, franchigia che non nasconde la sua ambizione di tornare quanto prima nel massimo campionato. I ragazzi di coach Valentini approcciano la partita con la giusta energia e cattiveria: la San Bernardo fatica e deve affidarsi alle bombe di Severini per chiudere il primo quarto in parità. La Novipiù continua la sua partita fatta di tantissima energia e di grande applicazione, trovando in Ellis e Redivo i suoi terminali preferiti. Cantù prova a fare la voce grossa con Nikolic e Hunt, ma all’intervallo il match è ancora apertissimo. Nella ripresa sale in cattedra Pini; il lungo della San Bernardo segna, difende a mille e fa sentire tutta la sua presenza sotto canestro. Al 30’ finisce la benzina della Novipiù, che per 6’ non trova punti; Nikolic capisce il momento e piazza l’allungo decisivo. Finisce 65-77, con la prima sconfitta stagionale casalinga dei rossoblù       

 

In casa rossoblù, anche grazie al turno di riposo che il calendario ha assegnato alla Novipiù, tornano a disposizione dopo i rispettivi infortuni Luca Valentini e Matteo Formenti. Il quintetto iniziale schierato da coach Andrea Valentini è formato da Ellis, Redivo, Ghirlanda, Carver e capitan Martinoni. Di Ellis, da tre, il primo canestro del match. La convocazione in Nazionale ispira Ellis e Redivo, che spingono i rossoblù sul 9-5. La difesa della Novipiù è chirurgica e costringe Cantù a faticare non poco per trovare soluzioni nel pitturato, dove Carver è imperioso. Sul 12-11 al 7’ i primi cambi operati dalle panchine: per il Monferrato Basket entrano Leggio e Formenti. Importante contributo in termini di energia e applicazione anche da Castellino e Luca Valentini, con lo staff tecnico rossoblù che può nuovamente contare su una rotazione di dieci effettivi. Il gioco da 2+1 di Nikolic chiude il primo quarto sul 20 pari.

Due triple consecutive di Berdini aprono il secondo periodo; il canestro ottimamente costruito in area da Baldi convince coach Valentini a chiamare time-out (20-28 al 12’). Le parole della panchina sortiscono l’effetto sperato e il Monferrato trova nuove energie, riportandosi a un solo possesso di svantaggio. È Lucio Redivo show al “PalaEnergica Paolo Ferraris”; al minuto 17 l’argentino è a quota 12 punti, unico giocatore già in doppia cifra, e affronta l’intera difesa canturina in palleggio, talvolta anche esagerando in aggressività. Il match non è particolarmente fluido o spettacolare, ma di certo in campo non si pecca di poca intensità. Il 2/2 dalla lunetta di Redivo chiude il primo tempo: 36-40 il parziale sul tabellone. 

Dopo l'intervallo si riparte ancora con tantissima energia messa in campo da entrambe le squadre nelle due fasi di gioco. Le due triple in fotocopia di Ghirlanda portano avanti il Monferrato Basket (44-42 al 24’); immediato il time-out di coach Sacchetti. La Novipiù alza al massimo l’applicazione difensiva, mettendosi su ogni linea di passaggio e commettendo fallo per impedire ai brianzoli canestri facili: la schiacciata bimane di Carver del 46-42 è proprio frutto di una splendida difesa che lo ha lanciato in contropiede. Cantù trova minuti di grande qualità da Pini. Formenti, di fronte all’allenatore con il quale ha conquistato il "triplete" a Sassari, segna la tripla del 52-48, suo 12° punto personale. Ingenuità di Castellino, che commette fallo sul tentativo da tre di Bucarelli e riportando l’Acqua San Bernardo a un solo possesso di svantaggio. Pini continua il suo magico terzo quarto, trovando il canestro del 54 pari al minuto 29’. Si va all’ultimo mini-riposo sul 54-56.

Il Monferrato Basket fatica all'inizio della frazione decisiva, perdendo qualche pallone di troppo. Cantù capisce il momento e con Nikolic trova il +9, massimo vantaggio ospite. La difesa di coach Sacchetti non concede più niente, Nikolic in fase offensiva non si ferma più. Continua l’astinenza della Novipiù, che in 6’ del quarto non ha ancora trovato punti; Lucio Redivo dalla lunetta chiude il parziale di 15-0 inflitto dagli ospiti. Anche se il match è ormai tranquillamente in ghiaccio, il facile appoggio dell’argentino per il 57-71 convince subito coach Sacchetti a catechizzare i suoi in panchina. Ultime gocce di energia per il Monferrato Basket che, coraggiosamente, trova il -10 (61-71); di Pini il canestro che spegne definitivamente la luce ai ragazzi di coach Valentini. Il match si chiude con la tripla sulla sirena, da oltre metà campo, di Redivo per il definitivo 65-77.    

                                                  

La Novipiù termina il match con soli due giocatori in doppia cifra: Formenti, al ritorno dall’infortunio segna 12 punti. Top scorer del match è Lucio Redivo con 25 punti a referto e 4/8 da tre. In doppia cifra, ma con i rimbalzi, Carver (13 per lui), che sfiora la doppia doppia mettendo a segno 9 punti. Percentuale realizzativa identica per le due squadre: 39,7%, ma distribuzione dei tentativi differente, con la Novipiù che segna 9 triple su 25 tentate, mentre Cantù 6/17. All’intervallo lungo la Novipiù aveva trasformato in punti il 43% dei tiri tentati (4/11 da tre), mentre Cantù faceva registrare 5/9 da tre per un complessivo 40% dal campo. I monferrini vincono la lotta a rimbalzo (43-38) ma fanno registrare 19 palle perse contro le 8 della San Bernardo.

Questo il commento di coach Andrea Valentini nel dopo gara: «Sono un po’ arrabbiato questa sera: per 30 minuti abbiamo fatto una bella partita dove abbiamo messo in difficoltà una squadra che vuole competere per vincere il campionato. Poi vi potrei dire che la settimana scorsa non ci siamo potuti allenare a causa della sosta per le Nazionali, ma non mi sembra minimamente il caso visto che questa è una squadra che si sta allenando insieme da agosto. Nell'ultimi quarto siamo completamente scomparsi dal campo. Dobbiamo imparare a giocare insieme, le individualità devono stare all’interno del sistema. Abbiamo perso troppi palloni. Lo avevo detto all’intervallo, ma a quanto pare il messaggio non è stato recepito del tutto. Abbiamo smesso di giocare in attacco lasciandoci prendere da troppe individualità. Dobbiamo ricominciare a lavorare in maniera dura a partire da martedì, visto che ci aspetta un’altra partita complicata come la trasferta di Cremona. Detto questo, non dobbiamo fare l’errore di dimenticarci dei primi 30 minuti nei quali abbiamo fatto molto bene. Ripartiamo da lì» 

 

 

NOVIPIU’ MONFERRATO BASKET - ACQUA SAN BERNARDO CANTU’ 65-77 (20-20; 36-40; 54-56)

NOVIPIÙ: Castellino 2 (1/1), Ellis 5 (1/6, 1/5), Carver 9 (3/6, 0/1), L. Valentini, Formenti 12 (2/2, 2/5), Redivo 25 (4/9, 4/8), Martinoni 4 (2/6), Ghirlanda 8 (1/2, 2/3), Poom (0/1 da tre),  Leggio (0/1, 0/2). Mele e Luparia n.e. All. A. Valentini.
CANTÙ: Hunt 10 (3/8), Baldi Rossi 2 (1/3), Berdini 15 (1/4, 3/4), Nikolic 21 (10/16, 0/4), Da Ros 5 (1/3, 1/3), Bucarelli 9 (2/4, 0/1), Pini 9 (3/4), Severini 6 (0/2, 2/2), Rogic (0/7, 0/3), Meroni. All. M. Sacchetti.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Maurizio Gily

Maurizio Gily
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!