Articolo »

Come tutto il Piemonte

Monferrato da lunedì 8 marzo in arancione "rinforzato"

Didattica a Distanza e zone rosse locali

Il Monferrato sarà una zona con misure restrittive maggiori (ma non rosse) che riguardano soprattutto le scuole

Rosso no, ma arancione scuro. Il velocissimo aumento dei numeri sui contagi (e anche della variante inglese), colloca il Piemonte (Rt a 1,15 con una classificazione di rischio moderata e alta probabilità di progressione) e così il Monferrato, un "gradino" sopra l’arancione: sarà una zona con misure restrittive maggiori (ma non rosse) che riguardano soprattutto le scuole.

Infatti già mercoledì scorso il Governatore,  Alberto Cirio, ha deciso che da lunedì 8 marzo e per quindici giorni, seconde e terze medie e istituti superiori saranno chiusi: si ritorna alla Didattica a Distanza. Ora c’è da capire se con l’arancione scuro la chiusura delle scuole sarà totale o si procederà come previsto.

Sempre con l’arancione “scuro” la Regione è invitata (ma lo ha già fatto) a istituire zone rosse locali: non ultima quella che riguarda il Comune di Crescentino che entra proprio stasera, venerdì, nel “rosso”.

Intanto, e facendo gli scongiuri, i dati sui contagi in Monferrato sono in stallo: rispetto ad altre zone ci sono meno problemi. Questo non significa abbassare l’attenzione e il caso di Crescentino, che pur essendo in provincia di Vercelli fa parte del Comprensorio casalese, fa riflettere.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Giovanni Spinoglio

Giovanni Spinoglio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!