Articolo »

Unione Terre del Tartufo

A Moncalvo una nuova sede per la Protezione Civile

Uno spazio a disposizione nell'edificio del Comune

Nuova sede per la Protezione civile moncalvese e un aiuto alle famiglie in difficoltà per far fronte all’emergenza sanitaria. La settimana scorsa si è tenuta in videoconferenza la riunione dei membri della Protezione civile che fa capo all’Unione Terre del Tartufo. A dare il via alla seduta online il sindaco Christian Orecchia che insieme al vice Andrea Giroldo hanno ringraziato i volontari per il servizio svolto in occasione della 66ͣ Fiera del Tartufo Bianco di Moncalvo: “un servizio rigoroso che ha permesso alla cittadina aleramica di realizzare la manifestazione in sicurezza, garantendo così il lavoro alle attività commerciali e la conferma dell’autorevolezza della kermesse”, si legge nella nota diramata dal Comune.

La nuova sede della sezione locale dell’Associazione di protezione civile Radio Club Monferrato (RCM) che fa capo a quella di Portacomaro presieduta da Lorenzo Poncini con cui l’Unione Terre del Tartufo è convenzionata, si troverà nell’edificio del Comune di Moncalvo. In questo modo sarà fisicamente vicina all’ufficio del vicesindaco, dove si trova la radio Emercom del sistema regionale di Protezione Civile, locale che è anche la sede del Centro Operativo Comunale e del Centro Operativo Misto in occasione delle emergenze. Vi sarà inoltre un parcheggio per i relativi mezzi mentre la nuova sede sarà un punto di ritrovo e di organizzazione per la squadra della Protezione Civile moncalvese e al contempo garantirà un nuovo cuore operativo per la sicurezza della cittadina aleramica e del suo territorio.

L’assemblea ha poi scelto in Massimo Schiavonetti e in Massimo Orsogna le due persone che informalmente si occuperanno dell’organizzazione e delle emergenze.

“Auguro buon lavoro a Schiavonetti e Orsogna, sono gli uomini giusti per quelle responsabilità – sottolinea l’Assessore Giroldo - e certo porteranno a rendere la struttura della nostra Protezione Civile ancora più funzionale. Il gruppo si consolida sempre meglio: una volta ultimata la sede, nei primi mesi del prossimo anno, si aprirà quindi lo spazio per nuove iscrizioni”.

“Avevo appreso con stupore da alcuni articoli online dell'esistenza della ‘protezione civile di Moncalvo’ per cui avevo chiesto chiarimenti al sindaco di Moncalvo e con lui abbiamo infine convenuto che si è trattato probabilmente di un disguido lessicale – puntualizza Mirella Panatero, presidente dell’Unione Terre del Tartufo che comprende i comuni di Grazzano, Penango, Odalengo Piccolo e Moncalvo -. Ci tengo a sottolineare come da delibera di Consiglio che l’Unione si è convenzionata con l’Associazione CB Radio Club Monferrato la quale ha raccolto l’iscrizione al suo interno di diversi volontari di Moncalvo e questo naturalmente è un segnale apprezzabile di senso civico. Giuridicamente per l’Unione però, la “protezione civile Moncalvo” non risulta né ha rapporti con la medesima”.

A partire da martedì scorso i volontari sono a disposizione delle fasce di popolazione più esposte al Covid-19 per fare loro la spesa e portarla poi a domicilio (info 0141.917505)


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Augusto Bianco

Augusto Bianco
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!