Articolo »

  • 28 dicembre 2018
  • Casale Monferrato

Basket Serie A2

La JC Novipiù in campo a Bergamo nell'anticipo di venerdì 28 dicembre

Nell'ultimo impegno del 2018 i rossoblù affrontano in trasferta la Azimut di coach Dell'Agnello seconda in classifica dietro la capolista Virtus Roma

Nell'ultimo impegno del 2018 (il penultimo del girone di andata prima del super derby dell'Epifania contro la Edilnol Biella), la Novipiù scende in campo venerdì 28 dicembre alle ore 20,30 a Bergamo nell'anticipo contro la Azimut seconda in classifica. Una sfida per nulla agevole contro una delle squadre più forti del campionato, immediata inseguitrice della capolista Virtus Roma con un record di 9 vittorie e 4 sconfitte. Due finora gli stop in casa, contro Agrigento e Latina. Nonostante l'elevato coefficiente di difficoltà, la partita può essere considerata quasi uno scontro diretto per le qualificazioni alle Final Eight di Coppa Italia LNP dal momento che, con una vittoria, i rossoblù aggancerebbero in classifica gli orobici superandoli però proprio in virtù dello scontro diretto.

Analizzando le statistiche della squadra di coach Dell'Agnello, si può notare che le cifre offensive si equivalgono grosso modo a quelle espresse dai rossoblù: infatti l'attacco dei bergamaschi produce 81.6 punti di media (rispetto agli 82.2 della Junior) e anche difensivamente concedono sostanzialmente gli stessi punti agli avversari (76.4 i bergamaschi e 76.8 i casalesi). Bergamano inoltre tira meglio della Novipiù soprattutto da dentro l'area (59% contro il 50% della Junior). Sarà dunque una "partita a scacchi" tra Dell'Agnello e Ferrari, con il fattore campo che potrebbe avere un peso determinante, vista la difficoltà incontrata un po' da tutte le squadre a raccogliere punti lontano da casa.

L'obiettivo della Azimut Bergamo, alla sua seconda stagione in Serie A2 (inserita per la prima volta nel Girone Ovest), è quello di arrivare il più lontano possibile in campionato affidandosi a un organico attrezzato nel quale spiccano i due americani Terrence Roderick, vecchia conoscenza del pubblico italiano e Brandon Taylor, alla prima esprienza nel nostro Paese, che sono i principali terminali offensivi della squadra. Poi un gruppo di italiani di grande duttilità e talento nel quale spiccano i vari Sergio, Fattori, Benvenuti, Zugno e Casella. Al timone un tecnico navigato come Sandro Dell'Agnello, già sulle panchine di piazze importanti come Livorno, Venezia, Forlì, Pesaro, Caserta e Brindisi.

Tutto il roster, ad eccezione dell'infortunato Luca Cesana, è a disposizione di coach Ferrari. L'incontro è arbitrato dalla terna Caforio, Rudellat e Mottola.

 

- Foto Enzo Conti