Articolo »

Tradizioni e territorio

Il Comitato di Moncalvo al lavoro per il Palio 2023

La scelta dell'accoppiata cavallo-fantino e il corteo storico

Il rettore Mazzella e il fantino Columbu

Con l’inizio dell’anno nuovo è partita l’attività del Comitato Palio di Moncalvo, guidato dal rettore Raffaele Mazzella che si appresta a iniziare la sua seconda stagione a capo dei biancorossi. Le varie commissioni sono già al lavoro per organizzare la partecipazione al Palio 2023 che si terrà il prossimo 3 settembre.

Nonostante i mesi che ancora mancano, le attività da svolgere sono molte e particolarmente intense. Ad esempio la selezione dell’accoppiata cavallo - fantino che difenderà i colori aleramici nella corsa e la scelta del tema sfilata con la successiva realizzazione del corteo storico. Il Comitato Palio di Moncalvo, lo scorso anno, ha presentato al canapo Massimo Columbu detto Veleno II sulla debuttante Borghesia non riuscendo però ad accedere alla finale. Nonostante questo, il rettore Mazzella vede il bicchiere mezzo pieno: “La corsa non è andata come ci aspettavamo perché, diciamocela tutta, chi non desidera andare in finale? Ma con una cavallina così inesperta Massimo ha fatto del suo meglio. Con Columbu è stata comunque una bella esperienza. L’annata paliesca del Comitato Palio è stata soddisfacente. Si sono avvicinati molti giovani e c’è stata una bella partecipazione dell’intera Città di Moncalvo”. 

Mazzella, in questo primo anno di rettorato, è riuscito insieme al Comitato ad aggiudicarsi il Premio Soroptimist per il miglior Corteo Storico: “È stato un onore ricevere il premio sfilata. I responsabili Diego Musumeci e Emanuela Brignoglio, con le loro giovani collaboratrici, hanno fatto un ottimo lavoro. ‘Sole e sale: essenza insostituibile’, era il titolo del tema rappresentato. Sono certo che anche il prossimo settembre ci stupiranno”. Il rettore, però, non vuole dare anticipazione su quanto sarà fatto: “Sinceramente neanche io conosco quale sono le loro intenzioni. La nostra commissione artistica sta lavorando a un progetto che sarà presentato entro fine gennaio come prevede il regolamento. Detto questo, come al solito, Moncalvo farà una scelta che ci farà ben figurare”. 

Altro fiore all’occhiello del Comitato Palio è il neo costituito gruppo sbandieratori e musici. “Stiamo tirando su un bel gruppo nuovo di giovanissimi che si impegnano tanto – dice con orgoglio Mazzella -. Sono una trentina di ragazze e ragazzi che, due volte la settima, si allenano alla palestra delle scuole”. 

Tuttavia, in queste settimane, l’attività che più sta impegnando il rettore e il Comitato è la scelta del fantino che, da alcune voci dei ben informati, sembra cambiare rispetto allo scorso e puntare su un giovane promettente. “In merito a questo argomento a breve avrete tutte le novità, per ora non posso ancora confermare nulla perché stiamo perfezionando l’accordo. Ovviamente nel 2023 vogliamo fare di più e scendere in piazza a testa alta, come siamo abituati da sempre. Posso anticipare che non sarà un ‘big’della piazza perché sono tutti accasati e, quest’anno, nessuno di loro si sposterà rispetto allo scorso anno ma Moncalvo ha una tradizione, e oserei dire una particolare bravura, a scoprire giovani talenti emergenti. Dopo Federico Arri che ci ha portato il quinto successo nel 2018, spero che chi arriverà quest’anno possa fare altrettanto. Di certo noi lo metteremo nelle migliori condizioni per farlo”.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Anselmo Villata

Anselmo Villata
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!