Articolo »

Corsa su strada

Mirabello omaggia Amleto Giarola con i giovani campioni

Successo per la gara nazionale di ciclismo Elite e Under 23

I giovani partecipanti schierati ai nastri di partenza

A Mirabello non si è spenta l’eco della prima edizione del “Memorial Amleto Giarola una corsa su strada a carattere nazionale riservata alle categorie Elite e Under 23, che ha visto la partecipazione di parecchi atleti, alcuni dei quali assai promettenti a livello nazionale e anche internazionale. Un evento particolarmente significativo per il paese monferrino, perché abbinato alla memoria di uno sportivo mirabellese che fu protagonista ad alti livelli.

Classe 1908, nato a Mirabello, Amleto Giarola è stato un ciclista professionista di buon livello, conosciuto per le sue doti di velocista, grazie alle quali arrivò a partecipare più volte al Giro d’Italia e alla Milano-Sanremo tra la fine degli anni ’20 e l’inizio degli anni ’30.  Una carriera promettente che ebbe purtroppo un triste epilogo durante la Milano-Sanremo del 1932, con un grave incidente lungo la discesa del Turchino che purtroppo lo costrinse all’ amputazione della gamba sinistra.  Conclusa prematuramente la carriera sportiva, Amleto fece ritorno al paese natio dove aprì una piccola bottega di manutenzioni e riparazioni di biciclette e visse fino al 1989, anno in cui morì. La sua figura carismatica rimase tuttavia ampiamente riconosciuta nell’ambiente ciclistico, al punto da ricevere un omaggio simbolico importante durante una tappa del giro d’Italia in cui la carovana ciclistica si fermò davanti alla bottega per tributargli un doveroso saluto.

Questo il commento del sindaco di Mirabello Monferrato, Marco Ricaldone: "A distanza di diversi anni, siamo particolarmente felici di essere tornati a ospitare un appuntamento ciclistico di eccellenza intitolato a una figura straordinaria di ciclismo epico, non solo nel valori sportivi ma anche e soprattutto in quelli morali, quale è stato Amleto Giarola. Per Mirabello questo evento rappresenta un appuntamento sportivo di prestigio e una bella opportunità di essere ‘vetrina’ del territorio monferrino, ma non solo". La premiazione è avvenuta sul podio allestito in prossimità del traguardo, alla presenza del vice-sindaco Vittorio Gatti e dell’assessore Gabriele Garavello che hanno espresso soddisfazione per avere riproposto a Mirabello un appuntamento ciclistico di eccellenza, capace di riportare la passione popolare per le due ruote a distanza di 11 anni dal “Bracciale del Cronoman” in cui fu protagonista il giovanissimo Filippo Ganna.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Roberto Remorino

Roberto Remorino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!