Articolo »

Dal 16 settembre l’Ufficio di prossimità giudiziario sarà attivo a Casale Monferrato

Firmato il Protocollo Prassi tra Comune e Tribunale di Vercelli

Un momento della presentazione del Protocollo e dell'Ufficio di prossimità

«Con la firma di questa mattina, giovedì 22 luglio 2021, si conclude l’iter per l’apertura ufficiale dell’Ufficio di prossimità giudiziario a Casale Monferrato. Un traguardo molto importante non solo per la città, ma per l’intero territorio».


Lo comunica il Comune di Casale Monferrato: «Nei locali di via della Provvidenza, 7, messi a disposizione dal Comune di Casale Monferrato, si aggiungerà dal 16 settembre questo nuovo servizio ai già presenti sportelli di front office della Polizia Locale e del Giudice di Pace».

La formalizzazione finale è stata posta dal sindaco Federico Riboldi e dalla presidente del Tribunale di Vercelli Michela Tamagnone nella Sala consiliare di via Mameli, 10 con la sottoscrizione del Protocollo Prassi, documento che indica nei particolari il funzionamento dell’ufficio e il magistrato e il cancelliere referenti del progetto, rispettivamente Giovanni Campese e Davide Pratesi.

Nell’Ufficio, inoltre, potrà tenere udienza, relativamente a singoli affari nelle materie individuate nel protocollo per i quali sia delegato del Giudice Tutelare del Tribunale di Vercelli, un Giudice Onorario di Tribunale della Sezione civile del Tribunale di Vercelli, che è stato individuato in Eugenio Annovazzi.

Il Protocollo è l’ultimo atto di un progetto che ha previsto a fine 2020 la sottoscrizione di un accordo tra Regione Piemonte, Città di Casale Monferrato e Tribunale di Vercelli con il quale si indicavano le attività generali che dovrà svolgere l'Ufficio di prossimità:
    a) informazione e orientamento sulle procedure giudiziarie, con riferimento alla volontaria giurisdizione e agli istituti di protezione giuridica (tutele, curatele, amministrazioni di sostegno);
    b) supporto alla compilazione della modulistica del Tribunale e alla redazione di istanze ed atti, con raccolta e verifica degli allegati richiesti;
    c) predisposizione e deposito telematico delle istanze e degli atti per conto dell’utente;
    d) informazioni sullo stato della procedura in cui è coinvolto l’utente;
    e) rilascio di copia degli atti contenuti nel fascicolo elettronico di riferimento dell’utente.

Negli accordi tra gli Enti aderenti al progetto c’è anche la messa a disposizione da parte del Comune del personale che garantirà l’apertura dell’ufficio per 16 ore settimanali su tre giornate.

servizio su "Il Monferrato" di venerdì 23 luglio

Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Davide Granzino

Davide Granzino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!