Articolo »

Il furto

Inseguito dopo aver rubato trecento chili di rame nell’ex cementificio Rossi

L'arresto effettuato dai Carabinieri di Ozzano

Furto aggravato dalla violenza sulle cose. È l’accusa con la quale i Carabinieri di Ozzano hanno arrestato un rumeno di 46 anni, Nicolae Muntean, senza fissa dimora, che abita in una baracca di Lungo Stura a Torino. L’ha fermato, poco prima dell’alba di martedì, in flagranza di reato, una pattuglia della locale stazione dell’Arma. Lo straniero - che risulta avere precedenti specifici ed è considerato uno “specialista” del settore - è stato bloccato alla guida di una Volkswagen Polo SW con a bordo un carico di 300 chilogrammi di rame, per la maggior parte inguainato, che aveva rubato poco prima dal dismesso stabilimento “Cementi Giovanni Rossi S.P.A.” di Ozzano, con un danno procurato quantificato in circa 15mila euro.

I militari lo hanno inseguito per alcuni chilometri fino al confine con il territorio di Trino, dove è stato bloccato. Mercoledì mattina in Tribunale a Vercelli, si è svolta l’udienza di convalida nel corso della quale Nicolae Muntean è stato condannato a 8 mesi di reclusione da scontare in carcere.

Il servizio su Il Monferrato di venerdì 10 agosto 2018