Articolo »

Sabato 12 settembre

Ottiglio intitola il nuovo auditorium a don Piccio

Omaggio al sacerdote nel centenario della nascita

Sarà un sabato emozionante quello che si appresta a vivere il piccolo comune monferrino di Ottiglio. 

“Andiamo a intitolare il nuovo auditorium, presso l’ex chiesa di sant’Eusebio, all’indimenticato don Gino Piccio (1920 – 2014) nel giorno del centenario della nascita del sacerdote che ha legato gran parte della propria vita a Ottiglio”, dice con soddisfazione il sindaco Massimo Pasciuta. 

Appuntamento alle ore 16.15 con la presentazione nell’ex chiesa di sant’Eusebio del libro “Fogli sparsi. Storia di un uomo di Dio”, un volume di scritti inediti di don Gino pubblicato da Cittadella. Un incontro che inizierà con un breve intervento musicale curato da Mario Valsecchi all’organo e da Daniele Pasciuta alla tromba, il saluto del sindaco Pasciuta, l’introduzione di Gianni Calvi, curatore del libro, e l’intervento di monsignor Luciano Pacomio, casalese e vescovo emerito di Mondovì che parlerà della figura del sacerdote originario di Cuccaro. “Don Gino ha preceduto, come spirito, quello che Papa Francesco raccomanda quando dice che dobbiamo andare nelle periferie, non solo materiali ma dello Spirito”, aveva detto il cardinal Severino Poletto il giorno dei funerali di don Gino tenutisi in Duomo a Casale, a marzo 2014. “E’ stato un uomo di rottura per i suoi tempi – spiega il sindaco Pasciuta – contestato e molto amato allo stesso tempo, che ha speso la propria vita a fianco degli ultimi dando impulso a quella che è definita la ‘pedagogia degli oppressi’ e divenendo un punto di riferimento per i giovani dopo aver dato vita alla Cascina G sulla collina di Madonna dei Monti, luogo di incontro, dialogo e fede”.

Gli ottigliesi sono ancora molto affezionati a don Gino che ha vissuto circa 30 anni nel comune monferrino celebrando la messa dal 2004 al 2010.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Don Pier Lupano

Don Pier Lupano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!