Articolo »

A Grana

È ai domiciliari con la suocera... ma preferisce il carcere

Un 50enne evade e poi aggredisce i Carabinieri: arrestato

Doveva scontare una pena definitiva di 2 anni e 2 mesi per maltrattamenti alla madre ed era in regime di arresti domiciliari a Grana. Ma ai domiciliari ha preferito il carcere: fatale è stata la quotidianità forzata tra le quattro mura di casa… con la suocera. È la storia che ha visto protagonista un 50enne che ha contattato telefonicamente i Carabinieri della stazione di Montemagno chiedendo di essere portato in carcere. L’uomo, in casa con moglie, due figli e, appunto, la suocera, ha dovuto incassare il diniego dei militari. Il 50enne, allora, determinato nell’intento di farsi arrestare, ha optato per una soluzione alternativa: l’evasione.

I Carabinieri, poche ore dopo la telefonata, durante il consueto giro di perlustrazione e di controllo dei soggetti sottoposti ai domiciliari, non lo hanno trovato in casa. È stato lo stesso evaso, il giorno successivo, a presentarsi alla stazione di Montemagno per costituirsi. L’uomo, però, ha presto manifestato segni di agitazione dando in escandescenza e, nel tragitto verso il Comando di Asti per il fotosegnalamento, aggredendo i militari: l'uomo è stato, così, “esaudito” e arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e, contestualmente, denunciato per evasione.

Nel suo interrogatorio davanti al Gip del Tribunale di Asti, nella giornata di ieri, ha ammesso le ragioni del suo gesto: la difficile convivenza con la suocera. Attualmente, il 50enne è in carcere ad Asti in attesa del processo calendarizzato per ottobre.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Gianni Sacchi

Gianni Sacchi
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!