Articolo »

Basket Serie A2

Anche gara-2 è della Givova: 77-55 il punteggio finale al “PalaMangano”

Top scorer Pendarvis Williams, al rientro, che segna 14 punti

Pendarvis Williams (foto JBM)

Dopo la sconfitta di sabato, la JBM affronta nuovamente al “PalaMangano” la Givova Scafati, squadra che ha ben figurato nel primo appuntamento della serie. La Novipiù scende in campo spavalda, trovando minuti di grande basket e scappando via con Williams e Valentini fino al +4 a fine primo quarto. Ma nella seconda frazione Scafati manda fuori giri l’attacco dei monferrini, concedendo solo 8 punti ai ragazzi di Valentini nell’intero quarto. La Novipiù inizia a faticare ed emerge il divario fra le due compagini. La Givova prova ad addormentare il match, abbassando il ritmo del match al minimo; Leggio e Okeke risvegliano i compagni ma la fisicità di Cournooh e Daniel è incontenibile per i rossoblù. Adesso la serie si sposta al “PalaEnergica Paolo Ferraris”, ed ogni partita potrebbe essere l’ultima della serie.     

 

Ritorno in campo per Williams dopo l’esito negativo del tampone di controllo: ancora out, invece, Luca Valentini e Martinoni. Il quintetto iniziale scelto da coach Valentini si compone di Fabio Valentini, Sarto, Williams, Hill-Mais e Okeke. Inizio a mille dalla JBM, che in meno di 30 secondi trova due bellissimi canestri con Okeke e Williams. I primi 2’ mostrati dalle due squadre sono da categoria superiore: Clarke tiene a bada il tentativo di fuga rossoblù con tiri dalla lunga distanza chirurgici. Alla tripla di Ikaki risponde con la stessa moneta Valentini, in un match che si conferma in grande equilibrio dopo 5’ (12-11 sul tabellone). Al momentaneo vantaggio Novipiù siglato da Valentini replica subito Rossato riportando avanti la Givova. Un gradevolissimo primo quarto va in archivio sul 16-20, parziale arrotondato da una bella tripla sulla sirena di Williams. La JBM e Hill-Mais replicano subito alla reazione di Scafati: coach Rossi richiama arrabbiato i suoi in panchina (18-24 al 13’). Dopo un quarto e mezzo giocato su massimi livelli di concentrazione, la Novipiù ha un passaggio a vuoto: la Givova ne approfitta e con Rossato chiude il gap impattando sul pari 24. Qualche segno di nervosismo in casa rossoblù, che permette ai ragazzi di coach Rossi di portarsi sul +5 (29-24). Dopo un primo quarto giocato a ritmi sostenutissimi la seconda frazione è decisamente più spezzettata e meno fluida. Polveri bagnate per gli effettivi della JBM, che aspettano la schiacciata in penetrazione di Okeke per sbloccarsi dai 24 punti segnati. Scafati prova a scappare via, approfittando di un quarto con percentuali di tiro orribili della JBM; con solo 8 punti segnati nel secondo periodo si va negli spogliatoi sul punteggio di 37-28. 

Si riparte con Cournooh e Daniel che si costruiscono canestri importanti, facendo valere i propri centimetri nel pitturato. Il match ora si gioca su ritmi decisamente blandi, con Scafati che non ha nessuna intenzione di rimettere in partita la JBM di coach Valentini forzando le giocate. Sul 50-40 per qualche possesso consecutivo in campo regna la confusione; prova a mettere ordine Leggio, che trova la sua seconda tripla del quarto. Ghirlanda è una furia in difesa, asfissiante sul portatore di palla; lo spiraglio che sembra aprirsi per la rimonta della Novipiù provoca tanta frenesia nell’attacco rossoblù, che non segna nessun punto nell’ultimo minuto di gioco. Si va all’ultimo mini-intervallo sul 52-45. A coronamento di tantissime azioni difensive magistrali, Ghirlanda strappa il pallone a Clarke e si invola per la schiacciata a due mani. David Cournooh, ex junior, è incontenibile; suo il parziale che riporta Scafati a +12 (59-47 al 33’). Hill-Mais pasticcia un po’ nella gestione dei movimenti in fase di palleggio, vedendosi fischiare due infrazioni di passi consecutive. La tripla, fulminae nella realizzazione, di Cournooh convince coach Valentini a fermare il match sul 66-47. Coach Rossi chiede ai suoi il massimo sforzo difensivo, bloccando le residue speranza rossoblù. Senza particolari sussulti negli ultimi minuti il match termina 77-55.                                                           

 

È il rientrante Williams l’unico giocatore in maglia rossoblù a terminare il match in doppia cifra, con 14 punti segnati. La JBM ha trasformato in punti il 37% dei tiri tentati, con 5/26 da dietro l’arco dei 6,75m, mentre Scafati ha realizzato il 49% dei tentativi di tiro. La Novipiù chiude indietro la sfida a rimbalzo (38-33) confezionando 6 assist in 40’ contro i 16 dei ragazzi di coach Rossi 

 

Questo il commento di coach Andrea Valentini: «La serie adesso è sul 2-0 per Scafati e per quanto visto in queste due partite devo dire in maniera giusta, soprattutto per quanto espresso negli ultimi quarti di entrambe le partite, dove abbiamo avuto un tracollo. Per questo va dato merito alla grande difesa di Scafati. Noi abbiamo migliorato leggermente il dato delle palle perse, che mi creano dei problemi: diamo la palla in mano agli avversari, che non hanno bisogno di questo tipo di regali. Adesso ci prepariamo per Gara-3, dove cercheremo di migliorare il dato delle palle perse. Abbiamo dato del filo da torcere a Scafati per 32 minuti, in Gara-1 per 26 e spero che a Casale ci riusciremo per tutti i quaranta minuti. Mi piacerebbe riuscire a giocare due partite in casa, perché la società se lo merita e i miei ragazzi se lo meritano per tutto quello che hanno fatto. In queste due partite ci è mancata la cattiveria agonistica in alcuni momenti della partita e le palle perse sono figlie proprio di questo. Detto questo, Scafati è meritatamente sul 2-0»

 

GIVOVA SCAFATI - NOVIPIU’ JB MONFERRATO 77-55 (16-20; 37-28; 52-45)

SCAFATI: Mobio 5, Daniel 18, Parravicini 2, De Laurentiis 6, Clarke 8, Rossato 9, Cournooh 13, Monaldi 6, Cucci 4, Ikangi 6. Grimaldi e Perrino n.e. All. Alessandro Rossi.

NOVIPIÙ JBM: Sarto 6, Valentini F. 5, Formenti 1, Williams 14, Lomele 9, Okeke 9, Ghirlanda 4, Leggio 8, Hill-Mais 8. Valentini L. e Sirchia n.e. All. Andrea Valentini.

 


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Roberto Remorino

Roberto Remorino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!