Articolo »

  • 10 febbraio 2019
  • Casale Monferrato

Basket serie A2

La capolista Virtus Roma passa al PalaFerraris grazie a una tripla di Saccaggi sulla sirena: 76-77 il punteggio finale

Nel prossimo match i rossoblù cercheranno la rivincita contro la Bertram Tortona. Palla a due del derby alle ore 18 al PalaOltrepò di Voghera

Tanta freddezza per la Virtus Roma che espugna il PalaFerraris in dirittura d'arrivo di un match che sembrava ormai appannaggio dei colori rossoblù. L'approccio della Novipiù è ottimo. Nel primo tempo Martinoni trova  il canestrocon continuità e i lunghiriescono a limitare la principale bocca da fuoco avversaria, Sims. Roma è sempre nervosa, ma con Moore fuori scena per falli il collettivo capitolino ritrova compattezza e si avvicina nel punteggio. Nel concitato finale di partita la freddezza di Saccaggi (fino alla tripla finale, 1/5 da tre) regala i due punti a Roma, sempre più leader della classifica del girone Ovest di Serie A2.   

Il quintetto iniziale scelto da coach Mattia Ferrari per affrontare la capolista è composto da Tinsley (che stringe i denti per la fascite plantare), Denegri, Cesana, Pinkins e dal centro Martinoni. Cattapan è ancora "out".

Si inizia con due bombe di Martinoni e con un’ottima applicazione dei rossoblù, che schierano una difesa allungata per essere aggressivi sul portatore di palla fin dal primo istante. Il secondo fallo di Chessa e il pasticcio in attacco di Saccaggi fanno infuriare Bucchi che al 4’ chiede il suo primo timeout. Martinoni e Pinkins trovano punti importanti per una Junior aggressiva su ogni pallone. Al minuto 7 la capolista è sotto di 9 punti (17-8). Fasi di gioco nervose portano Roma ad avvicinarsi nel finale del primo quarto: alla prima sirena il punteggio è 23-18. Il secondo periodo inizia con molta fisicità e aggressività difensiva; le due squadre si studiano e la Junior è brava a tenersi avanti di tre possessi. Il reparto lunghi della JC tiene a bada Sims e in attacco arrivano i contributi importanti dalla panchina di Battistini e Valentini. Roma chiede il secondo timeout del match sul 34-28 (minuto 17). Sims è sempre più nervoso, ma con Moore rimane pericoloso in fase offensiva; con la tripla di Saccaggi sulla sirena il primo tempo termina sul punteggio di 44-38.   

Reazione d’orgoglio della capolista che inizia il terzo quarto attaccando con una buona circolazione; Tinsley e Martinoni non ci stanno e tengono la Virtus a -6 (48-42 al 24’). Chessa riporta sotto i capitolini (48-47) e il PalaFerraris comprende la delicatezza del momento; risponde Denegri buttandosi in un taglio a canestro. Quarto fallo e successivo tecnico per Moore che valgono la fine anticipata del match. Henry Sims entra in partita e coach Ferrari ferma subito il match con un timeout sul 51-51; ogni possesso diventa importante e il fallo antisportivo su Denegri, che poco prima aveva appoggiato due punti al vetro, regala ai rossoblù il 56-53 con il quale termina il periodo. L’ultimo quarto inizia con le due squadre a stretto contatto. Le due triple di Pinkins e Musso convincono coach Bucchi a parlare ai suoi (62-57 al 33’). La Novipiù costringe l’attacco di Roma a usare tutti i 24’’ a disposizione e l’applicazione difensiva paga. Musso ruba palla su una rimessa difensiva di Roma e va a canestro subendo fallo. Con il punteggio di 69-64 (e Pinkins fuori per il 5 falli) iniziano gli ultimi due minuti di gioco. Si segna dalla lunetta; Sims non sbaglia, Italiano fa 1/2, ma rimedia Musso recuperando palla. All’ultimo giro di cronometro la Novipiù è avanti di un solo possesso (73-70). Denegri muove la retina in un’esecuzione ad altissimo coefficiente di difficoltà, la Virtus trova la replica immediata con Santiangeli e la "rubata" di Saccaggi. Denegri porta il pallone in attacco e lo consegna a Martinoni che si guadagna due liberi: 1/2 del capitano per il 76-74. Sul ribaltamento di fronte Saccaggi è glaciale e dall'arco condanna la Junior alla sconfitta a fil di sirena: 76-77.

 

Per le statistiche dei rossoblù quattro i giocatori in doppia cifra: Tinsley con 12 punti, Denegri con 15 realizzazioni e Pinkins con 13, mentre capitan Martinoni chiude il match segnando 15 punti. Per la Virtus, invece, Sims, in un match in cui è sembrato nervoso, fa segnare sul referto 26 punti, 15 rimbalzi e +41 di valutazione. 

 

 

NOVIPIU’ CASALE - VIRTUS ROMA 76-77 (23-18; 44-38; 56-53)

NOVIPIU’ CASALE: Tinsley 12, Banchero ne, Musso 8, Valentini 3, Cesana, Denegri 15, Battistini 6, Martinoni 15, Pinkins 10, Giovara ne, Italiano 7. All. Ferrari  

VIRTUS ROMA: Alibegovic 2, Lucarelli, Chessa 8, Moore 12, Sandri ne, Baldasso, Saccaggi 12, Landi 8, Sims 26. All. Bucchi

 

 - Foto di Enzo Conti