Articolo »

Grazzano Badoglio

Compleanno "a distanza" per i 106 anni di Ives Borgo

Sono tantissimi gli eventi storici che ha vissuto la nonnina

Quando è nata Ives Borgo, 106 anni fa, il paese di Grazzano aveva ancora il suffisso “Monferrato” e sarebbe divenuto “Badoglio” solo nel 1938, quando Ines aveva già 24 anni. Nata nel 1914, è la decana del comune guidato oggi da Mauro Rodini e ha spento metaforicamente 106 candeline “a distanza”, senza essere circondata dall’affetto di figli e nipoti.

Sono tantissimi gli eventi storici che ha vissuto la signora Borgo. Dal tragico periodo della guerra, alle visite del Maresciallo d’Italia Pietro Badoglio, dalla posa delle condotte dell’Acquedotto Monferrato alla pandemia sanitaria di oggi.

A portarle la torta a casa, dove vive da sola poiché vedova da anni, sono state le figlie Franca, Marisa e Silvia Colombaro, insieme al saluto e agli auguri dei nipoti Massimo e Stefania Buttiero, Andrea e Giorgia Clavo e i gemelli Valentina e Diego Berruti e dei sette pronipoti. In attesa di spegnere tutti insieme le 107 candeline l’anno prossimo senza distanziamento, si spera, e emergenza sanitaria. 

E a Grazzano un punto di riferimento per i “giovani di ieri” è stato per 15 anni il “Gruppo anziani in gamba” fondato e coordinato da Mariuccia Alasio Oleario. Un appuntamento fisso durante il quale dalle 15 alle 18 gli anziani si ritrovavano tutti i giorni presso il complesso di Casa Badoglio per trascorrere momenti allegri in compagnia.

“Tutto è nato dopo che avevo trascorso un periodo di ricovero nel centro di riabilitazione Villa Serena di Piossasco. Mi ero trovata molto bene e avevo avuto giovamento da alcuni esercizi di ginnastica dolce che mi facevano praticare – spiega Olearo. Così ho approfondito alcune tecniche e le ho riproposte per i miei concittadini di Grazzano”. Ma non solo ginnastica dolce, anche condivisione di storie di vita vissuta, ricette culinarie, partite a carte e “soprattutto allegri e tanto divertimento”, ricorda la fondatrice. “E’ stata un’esperienza bellissima che rifarei subito. Purtroppo l’età e i motivi di salute mi costringono a non poter proseguire l’attività”, conclude Olearo.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Puccio Puma

Puccio Puma
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!