Articolo »

Basket Serie A2

Troppa APU per la JBM: Udine si impone 71-55 al PalaCarnera guidata da Cappelletti e Giuri

Nel prossimo turno ancora una trasferta per la JBM che domenica 17 ottobre sarà impegnata contro Orzinuovi; palla a due alle ore 18.

Un duello sotto canestro tra Gianmarco Leggio e il centro di Udine, Pellegrino (foto JBM)

Una Udine cinica e con una fisicità superiore regola la JBM con una ventina di punti di scarto. La Novipiù si presenta sul parquet di Udine con coraggio, cercando in Leggio e Sarto le soluzioni per rimanere in partita. Udine schiera i ragazzi terribili Cappelletti e Antonutti mentre, come sesto uomo, l’APU manda sul parquet l’ex juniorino Giuri, rilievo di grande esperienza, capace di fermare ogni iniziativa del reparto guardie della JBM. I ragazzi di coach Valentini faticano su ogni azione offensiva, trovando nel terzo quarto solo una manciata di punti e subendo l’allungo decisivo. Udine non si fa distrarre e abbassa all'inverosimile i ritmi di gioco, controllando il match e aggiudicandosi senza troppe possibilità di replica i due punti in palio.  

 

La JBM scende sul parquet del “PalaCarnera” con Fabio Valentini, Sarto, Williams, Leggio e Martinoni. I primi punti del match sono dell’ex Italiano a cui replica Leggio con una bomba frontale. Nelle fasi iniziali la JBM mostra delle interessanti soluzioni offensive, ma la frenesia dei rossoblù non porta i punti sperati. Cappelletti illumina i compagni ritagliandosi tiri importanti: al 5’ di gioco il punteggio segna 16-11. Parziale di Cappelletti e Italiano e sul -10 coach Valentini è costretto a chiamare timeout. Entrano Okeke e Formenti, recuperato dai guai fisici che lo avevano costretto a saltare i primi match della stagione. Subito scintille fra Giuri e Formenti, in un duello fra giocatori dal curriculum importante. Il tap-in di Martinoni chiude il primo quarto sul parziale di 28-16. Nelle file rossoblù campanello d’allarme per il reparto lunghi, con Martinoni e Okeke a quota due falli commessi. Break dei ragazzi di coach Boniciolli, che scappano sul +15 (34-19), in un inizio secondo quarto giocato ad alta velocità. Leggio trova punti e regala tranquillità all’attacco rossoblù. Udine difende sulle linee di passaggio, cercando l’anticipo e la rubata: a 3’ dall’intervallo le squadre si mantengono a tre possessi di distacco (38-29). Si segna poco nella fase finale del primo tempo: all’intervallo il tabellone segna 43-29.

Si riparte con tanta fisicità e pochi canestri. Sarto risponde a Giuri mentre rimangono bassissime le percentuali nel terzo quarto. La tripla di Ebeing porta Udine sul +20 (54-34). All’ultimo mini-intervallo il punteggio segna 57-37, con la Novipiù che ha trovato solo 8 punti nell’intero quarto. Sarto prova a scuotere i suoi, con un parziale di 5-0 personale. Okeke va in difficoltà contro Pellegrino, subendo la pressione del 29 in maglia APU in entrambe le fasi di gioco. A 6’ dalla sirena entrano in campo Trunic e Lomele, mentre sotto canestro Martinoni e Walters continuano un duello con parecchi colpi proibiti. Il tecnico fischiato a Walters, quinto fallo per lui, è l’epilogo delle storie tese fra i due. Coach Valentini continua a trovare buone indicazioni da Sarto, in un match decisamente spento giocato da entrambe le squadre. Termina 71-55.                             

 

In casa rossoblù chiudono in doppia cifra Leggio (14 punti) e Sarto, che termina il match con 23 punti, 6/12 da tre e +26 di valutazione. Solo due punti (su tiro libero) il bottino dei giocatori a stelle e strisce in maglia rossoblù. La Novipiù ha trasformato il 35,7% dei tentativi di tiro (10/33 da tre), cercando con maggior frequenza la soluzione da dietro l’arco. L’APU ha fatto valere la sua fisicità, chiudendo il match con 16/35 da dentro l’area e il 47% complessivo di realizzazioni dal campo. Dopo i primi due quarti i rossoblù avevano trasformato il 36,7% dei tentativi dal campo, con 4/16 da tre. L’APU, all’intervallo viaggiava con il 56% di realizzazioni. Finisce 33 a 32 a favore di Udine il conteggio dei rimbalzi, mentre il computo finale degli assist vede la JBM prevalere 15 a 14. Sono tutti italiani i giocatori che hanno raggiunto la doppia cifra nel match del PalaCarnera. 

Questo il commento di coach Andrea Valentini: «Al di là del risultato, abbiamo fatto un piccolo passo in avanti rispetto alla partita con Pistoia. Abbiamo incontrato una squadra molto fisica e molto determinata che ci ha messi molto in difficoltà. Ripeto quello che ho detto ai giocatori nello spogliatoio: devono credere in loro stessi e devono credere nel lavoro che facciamo. Però veniamo dalle due settimane dopo la Supercoppa nelle quali per noi è stato difficile allearci, perché siamo pieni di infortuni e usciamo da questa partita con il punto interrogativo su alcuni giocatori che non hanno potuto giocare l’ultimo quarto. Riprenderemo martedì, mettendo i punti esclamativi dove devono essere messi, però in questo momento è difficile fare di più e riproporre la stessa fisicità che ha messo in campo Udine, perché siamo numericamente ridotti. Tuttavia non ci perdiamo d’animo: abbiamo incontrato le due squadre più forti del campionato insieme a Cantù, cercheremo di lottare per portare a casa la prima vittoria».

 

 

APU OLD WILD WEST UDINE - NOVIPIU’ JB MONFERRATO 71-55 (28-16; 43-29; 57-37)

APU UDINE: Cappelletti 16 (3/4, 3/5), Giuri 15 (2/4, 3/5), Antonutti 12 (3/5, 2/3), Lautier-Ogunleye 9 (2/5, 1/2), Italiano 7 (2/3, 1/2), Pellegrino 4 (2/5,), Esposito 4 (2/6, 0/1), Ebeling 3 (0/1, 1/2), Nobile 1 (0/1, 0/2), Walters (0/1), Pieri, Azzano. All. Matteo Boniciolli.

NOVIPIU' JBM: Sarto 23 (2/2, 6/12), Leggio 14 (4/6, 2/7), Fabio Valentini 8 (1/3, 2/8), Martinoni 6 (3/4), Okeke 2 (0/2), Hill-Mais 2 (0/1 da tre), Williams (0/5, 0/1), Formenti (0/1, 0/3), Trunic (0/1 da tre), Lomele. Luca Valentini n.e. All. Andrea Valentini.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Giorgio Allara

Giorgio Allara
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!