Articolo »

Alla Farnesina una sala dedicata all'ambasciatore Egidio Ortona

Interpretò in maniera straordinaria il rilancio dei rapporti economici con gli Stati Uniti

Lunedì al Ministero degli Esteri (Farnesina, Roma) è stata dedicata una sala all'ambasciatore Egidio Ortona (Casale Monferrato, 16 settembre 1910 – Roma, 10 gennaio 1996). Tra i presenti i figli Ludovico (con la moglie Erminia Gentile) Danda e Donatella, poi il vice ministro Mario Giro, l'ex ministro Margherita Boniver, il segretario generale Elisabetta Belloni, gli ambasciatori Salleo e Cavalchini.
In una vetrina coi ricordi storici della grande carriera di Egidio Ortona, figura anche (portata dal figlio) una foto dei "Giardini Ortona", intitolati in piazza Martiri a Casale, poco distante dalla casa natale dell'ambasciatore, che, ricordiamo è sepolto al cimitero urbano di Casale.
Tornando alla cerimonia inaugurale, dopo aver sottolineato l’importanza della memoria storica per le generazioni future e quindi il significato da assegnare una Sala dedicata il ricordo di Egidio Ortona, il Ministro Alfano ha tenuto a dare testimonianza di quanto lui abbia sempre apprezzato il forte attaccamento alle Istituzioni dei numerosi Servitori dello Stato conosciuti nei differenti incarichi di Ministro della Giustizia, degli Interni ed ora degli Esteri.

"Egidio Ortona appartiene a questa categoria di Servitori dello Stato, figura esemplare di diplomatico durante anni fondamentali della nostra politica estera. Egli interpretò in maniera straordinaria il rilancio dei rapporti economici con gli Stati Uniti, curando l’attuazione del piano Marshall. Fu un dinamico Direttore Generale degli Affari Economici giungendo anche alla vetta dell’Amministrazione come Segretario Generale".
E ancora: "È stato indubbiamente un leader, ma non solitario, bensì un leader che preferiva il gioco di squadra. Alcuni diplomatici che lo hanno conosciuto - ha aggiunto il Ministro - hanno raccontato dei suoi leggendari staff meeting a Washington, nei quali incoraggiava tutti, anche i più giovani, a prendere parte a un’intensa discussione sui principali fatti e dossier politici della giornata".
"È cosa giusta pertanto onorarlo - ha concluso il Ministro Alfano - ed è anche un impegno verso le più giovani generazioni di diplomatici, per ricordar loro, quando varcheranno l’ingresso di questa Sala, la carriera di Egidio Ortona. Perché sono loro oggi gli eredi della migliore tradizione diplomatica che personalità come Ortona hanno contribuito a formare. A loro spetta il compito di portarla avanti".
Nel rispondere e ringraziare Ludovico Ortona (che ricordiamo anche lui grande ambasciatore nonchè Capo dell’ufficio stampa del Presidente della Repubblica Cossiga) ha sottolineato come la biografia paterna possa essere un utile insegnamento ai giovani.


FOTO. Ludovico Ortona e il Ministro Alfano, a destra una foto di Egidio Ortona (foto Ansa)