Articolo »

  • 06 settembre 2017
  • Mortara

Incendio di Mortara: rischio di diossina, allerta nei paesi della Lomellina

Vasto incendio quello scoppiato mercoledì 6 settembre nella zona industriale di Mortara presso lo stabilimento 'Eredi Berté', azienda che si occupa di rifiuti speciali e non, dove sono presenti legno, gomma, carta e plastica: le colonne di fumo erano visibili a parecchi chilometri di distanza.

Sul posto sono state inviate parecchie squadre di vigili del fuoco giunte da Vigevano, Pavia, dai distaccamenti volontari di Mortara, Mede, Garlasco e Robbio e anche da Milano. Mentre sono stati allertati i sindaci dei Comuni vicini e a scopo precauzionale le popolazioni della zona, e dei paesi circostanti della Lomellina, sono state invitate a chiudere le finestre, non uscire di casa e a non raccogliere e consumare i prodotti dell’orto, in attesa di conoscere gli esiti delle analisi effettuate dai tecnici dell’Arpa.

Secondo le autorità competenti è concreto il rischio che si sviluppi diossina. La notizia ha fatto naturalmente il giro dei paesi lomellini e anche a Valenza dove gli amministratori, attraverso Facebook, hanno avvisato che “i tecnici di Arpa Piemonte stanno monitorando tutte le zone limitrofe al pavese che potrebbero essere interessate dalla ricaduta dei fumi. Al momento non sono segnalate, nel territorio piemontese ricadute, in quanto i venti spingono il fumo verso la Lombardia”.