Articolo »

  • 03 aprile 2021
  • Casale Monferrato

Cordoglio per la scomparsa di Angelo Mancini, pioniere della bonifica dell'amianto

Cordoglio in Monferrato per la scomparsa di Angelo Mancini. Specialista della Medicina del Lavoro, per il nostro territorio era stato tra i primi a studiare e realizzare protocolli per la bonifica dell'amianto, soprattutto per quanto riguarda il polverino. È mancato ieri, venerdì 2 aprile, all'ospedale di Novara. Aveva 68 anni. Molti suoi colleghi e amministratori lo ricordano per l'impegno professionale al servizio del territorio. È stato responsabile di Spresal e ha offerto la sua consulenza durante il maxiprocesso Eternit.

Lo ricordo Bruno Pesce, sindacalista e rappresentante dell'Afeva: "Mi spiace molto per la perdita di Angelo Mancini. Sapevo che aveva dei problemi ma non me l'aspettavo. Ho avuto modo di apprezzarlo direttamente per il suo lavoro di responsabile dello Spresal rivolto alla sicurezza nei luoghi di lavoro e, in particolare, durante i mille incontri, svoltisi a vari livelli, rivolti all'avanzamento della lotta all'amianto.La sua conoscenza e competenza tecnica sul rischio amianto era ampiamente riconosciuta, anche dalla magistratura, di cui la Procura di Torino della quale fu consulente per il processo Eternit. La sua progettualità e ruolo condussero con successo all'inaugurazione  delle prime bonifiche del Polverino (divennero protocolli nazionali): la piazza di Ticineto e un sottotetto di S.Germano. Sicuramente Mancini ci ha messo del suo, in senso lato, nella grande e lunga lotta contro l'amianto criminale". 


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Giovanni Spinoglio

Giovanni Spinoglio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!