Articolo »

Solidal per la Ricerca e Dairi al Casale Comics & Games di Casale Monferrato

Grazie alla disponibilità di mON! e la collaborazione con Krumiri Rossi si sosterrà la ricerca

Quella del 2024 sarà un’edizione speciale di Casale Comics & Games: grazie agli organizzatori Daniela Balbi e Adriano Taricco della mON!, che hanno scelto di sostenere la ricerca in modo concreto, il grande appuntamento di riferimento per gli appassionati del mondo dei comics, dei cosplayer, di YouTube, del doppiaggio e dei videogiochi sarà caratterizzato da importanti iniziative solidali che verranno proposte ai sempre numerosi visitatori provenienti da tutta Italia.
 
Anche Solidal per la Ricerca e il Dipartimento Attività Integrate Ricerca e Innovazione (DAIRI) con sede a Casale Monferrato e Alessandria saranno infatti protagonisti al Castello del Monferrato - uno dei tre grandi poli in cui si svolgerà la manifestazione insieme al PalaFiere Riccardo Coppo e al Teatro Municipale - nel fine settimana del 25 e del 26 maggio.
 
Le tavole “della ricerca”
Grazie alla preziosa collaborazione di mON! e del celebre illustratore e referente dell’area artisti della kermesse Daniele Statella, nel Castello casalese saranno presenti le fantastiche tavole “della ricerca” realizzate da celebri disegnatori e artisti, alcuni dei quali presenti alla kermesse: la loro genialità permetterà di proseguire nella mission di Solidal per la Ricerca e del DAIRI, cioè lo sviluppo costante delle cure sanitarie con l’obiettivo di supportare il riconoscimento a Istituto di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS).
 
Migliaia di appassionati potranno quindi aiutare concretamente la ricerca con un gesto semplice: sarà infatti sufficiente partecipare all’asta in programma domenica pomeriggio e aggiudicarsi una delle splendide tavole originali dei fumetti disegnati dagli autori aderenti, perché l’intero incasso della generosa iniziativa sarà devoluto a Solidal per la Ricerca.
 
Sostenere la ricerca non è mai stato così... buono!
Ma non è tutto: sarà possibile donare, dando così un importante contributo alla ricerca, anche in modo decisamente goloso: anche i Krumiri Rossi, il prodotto più iconico e rappresentativo di Casale Monferrato, sosterranno infatti Solidal per la Ricerca.
 
Grazie alla grande generosità della famiglia Portinaro, produttore da oltre mezzo secolo del celebre prodotto dolciario casalese, i ricercatori del DAIRI di Casale saranno presenti, sempre al Castello, con una serie limitata di scatole in metallo di Krumiri Rossi personalizzate e personalizzabili dagli illustratori: comprarle significherà quindi aiutare la Fondazione e aggiungere alla propria collezione una confezione della specialità casalese arricchita da un’etichetta assolutamente unica e inedita realizzata solo per il Casale Comics & Games 2024.
 
Due cuori, un unico obiettivo
I cuori di due eccezionali partner hanno quindi deciso di unirsi per raggiungere un grande obiettivo al fianco di Solidal per la Ricerca: crediamo fortemente nelle persone, per questo le donazioni derivanti dalla vendita dei Krumiri e dalle tavole “della ricerca” serviranno per aiutare i ricercatori del DAIRI nell’ambito delle patologie ambientali e delle malattie amianto - correlate.
 
Il Dairi
Grazie al DAIRI, istituto nel 2020, si sono messe in campo le professionalità dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria di Alessandria (AOU AL) e dell’Azienda Sanitaria Locale (ASL AL), oltre ad aver consolidato l’integrazione con l’Università del Piemonte Orientale (UPO) nel campo della ricerca, dell’attività scientifica, della formazione, della didattica.
 
Una delle sedi del DAIRI, coordinata da Marinella Bertolotti, è ubicata nel presidio ospedaliero “Santo Spirito” di Casale Monferrato, al primo piano della palazzina storica, dove da gennaio 2022 sono presenti quotidianamente professionisti che operano implementando il modello organizzativo e la metodologia della ricerca strutturati in AOU AL, con una particolare attenzione proprio alle patologie ambientali.
 
Ciò che si vuole realizzare, quindi, è un percorso che metta al centro la ricerca. E perché ciò avvenga è importante che il territorio abbia la consapevolezza che in Ospedale viene svolta attività di ricerca nelle varie fasi e settori, cioè ricerca traslazionale, epidemiologica, infermieristica, manageriale, preclinica e clinica.

Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Noris Morano

Noris Morano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!