Articolo »

  • 09 maggio 2011
  • Casale Monferrato

Mesotelioma: l'addio a Costanzo. Dirigente Buzzi Unicem, sportivo notissimo.

Mesotelioma pleurico: anche Giorgio Costanzo, 65 anni, direttore commerciale della divisione Cementi Italia della Buzzi Unicem, è una vittima del tumore dell’amianto col quale lottava da circa due anni. Costanzo, originario di Popolo, abitava al Valentino. Lascia la moglie Tiffany. Martedì 10 alle 15,30 saranno celebrati i funerali nella parrocchiale del quartiere, a breve distanza dall'abitazione e dalla direzione aziendale. Costanzo era stato assunto alla Fratelli Buzzi nel 1969, e ha sempre seguito fedelmente, fino agli ultimi giorni di vita, le sorti di un’azienda diventata a poco a poco un colosso mondiale del cemento. Un’azienda che, come noto, non ha mai lavorato l’amianto e che è anzi particolarmente impegnata sul fronte della ricerca contro il mesotelioma con la Fondazione Buzzi Unicem. Giorgio Costanzo era molto noto in tutta la zona anche per la sua passione calcistica. Come dirigente (a lungo nel Monferrato di San Salvatore e poi per alcune stagioni nel Casale, come vicepresidente, nella gestione Rossi, prima dell’arrivo di Giuseppino Coppo). Ma ancor prima come calciatore: classe ‘46, era capitano del San Carlo allenato dal compianto Bruno Bertolone e con le sue parate contribuì alla vittoria del campionato di Prima Categoria 1970-1971.

Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Laura Curino

Laura Curino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!