Articolo »

Attesa per l'esito dei tampone

Trino: due classi dell'Istituto Comprensivo in quarantena

Due fratelli sono risultati positivi al Covid-19

Martedì il sindaco Daniele Pane ha aggiornamento la popolazione trinese sulla situazione Covid-19. La novità riguarda due casi di positività all’Istituto Comprensivo di Trino. Si tratta di due fratelli, che frequentano la scuola elementare e la scuola media. Dopo che verso la fine di agosto si erano avuti una serie di contagi che avevano coinvolto due famiglie, casi che poi sono andati negativizzandosi, in quanto tutti stanno guarendo, ecco i primi casi all’interno del mondo scolastico. «Il tampone è stato fatto lunedì e martedì si sono avuti i risultati di positività» ha spiegato il sindaco. «La scorsa settimana un componente era risultato positivo e già da mercoledì scorso i due bambini sono stati fatti rimanere a casa. La mamma è ancora positiva, loro sono positivi ma con una carica virulenta molto bassa. Per questo due classi sono state poste in quarantena a titolo precauzionale dall’ASL. I due bambini a quanto pare hanno contratto il virus dal genitore. Non c’è da preoccuparsi, nei prossimi giorni l’ASL si attiverà per fare dei tamponi a tutti i soggetti interessati». Cosa devono fare i parenti dei compagni di classe dei due positivi? «Nulla di particolare - ha spiegato il primo cittadino - devono continuare a fare la loro vita normale e rispettare le norme previste, utilizzo mascherina, distanziamento, igienizzarsi frequentemente le mani, tenere sotto controllo il proprio stato di salute. Massima tranquillità, il provvedimento sulle due classi è a titolo precauzionale, si può andare a scuola e lavorare tranquillamente. Le insegnanti, che hanno insegnato anche in altere classi, anche loro sono state messe in quarantena a titolo precauzionale. Riteniamo che i due bambini abbiano contratto il virus a casa e non a scuola e che quindi non abbiano contagiato nessuno all’interno dei due plessi. La scuola ha fornito gli elenchi dei bambini delle classi dei due ragazzi positivi (asintomatici), se la situazione si evolverà saremo noi, l’ASL o la scuola a fornire informazioni tempestive. Anche le società sportive frequentate dai due bambini sono state contattate e abbiamo verificato che non ci sono situazioni particolari per interrompere le attività». 

I tamponi per ragazzi e insegnanti erano previsti oggi, giovedì, mentre i risultati sono attesi già nella giornata di venerdì. «Una volta avuti gli esiti aggiorneremo tutti sulla situazione - aggiunge il primo cittadino - ci tengo a precisare che i genitori, i famigliari conviventi (mamma, papà fratelli, sorelle, ecc) e i vari parenti dei ragazzi posti in isolamento fiduciario in attesa del tampone, non sono in quarantena e non sono in isolamento. Quindi proseguono la loro vita normale con l’accuratezza di tenere isolato il figlio oggetto del provvedimento. Discorso simile anche quando si verificano delle positività. Se una persona legata al nucleo dove si è verificata una o più positività, prosegue la sua vita normale, è perché può farlo. L’Asl comunica e aggiorna in tempo quasi reale: le quarantene, gli isolamenti e le positività. E noi con le forze dell’ordine teniamo tutto sotto controllo. Non ha senso che debba tranquillizzare commercianti o cittadini che vengono additati di essere presunti untori: se devono chiudere o stare in quarantena lo dispone l’Asl e nessun altro. Dobbiamo ripartire, dobbiamo farlo in sicurezza e senza paura alcuna. Il sistema di tracciamento ora funziona, noi continuiamo a stare attenti ad ogni situazione». Prima dell'inizio del nuovo anno scolastico erano stati effettuati una serie di incontri per le famiglie su come comportarsi in materia di prevenzione anti Covid-19.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Armandina Gruppo

Armandina Gruppo
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!