Articolo »

Il paese guarda al futuro

Viarigi, un laboratorio di idee per la riqualificazione del borgo

Il Comune ha intrapreso un percorso di progettazione partecipata

I progetto con i ragazzi dell'Accademia delle belle arti di Cuneo

Un laboratorio di idee per la riqualificazione delle principali piazze di Viarigi. Il borgo che ha tra i fiori all’occhiello il Festival di Strada più antico del Piemonte, Saltinpiazza, che si svolge ogni anno da oltre trent’anni a fine agosto e porta nel centro storico artisti, saltimbanchi, giocolieri e circensi, mette in campo una nuova iniziativa artistica.

L’amministrazione comunale guidata da Francesca Ferraris ha avviato infatti un percorso di progettazione partecipata, che consente di elaborare progetti attraverso il coinvolgimento dei beneficiari. Ciò si concretizza nella collaborazione tra tecnici, amministratori e destinatari del progetto: la popolazione diventa così parte integrante del processo decisionale. L’intento dell’Amministrazione è quello di dare una veste nuova a Piazza Marconi e piazza Ballarissa, da sempre centrali nella vita sociale e che oggi necessitano alcuni interventi.

Per la realizzazione del Laboratorio di idee, l’Amministrazione ha avviato una collaborazione con gli studenti dell’Accademia delle belle arti di Cuneo, guidati dal professore e architetto Diego Repetto, già noto a Viarigi per aver presentato il suo ultimo libro dal titolo “Quinto paesaggio” presso la Biblioteca civica e per aver partecipato a “Rosso di rose 2023” con una conferenza su “L’arte nel paesaggio”. “Gli studenti hanno trascorso nel mese scorso una giornata intera a Viarigi, per visitare il paese, fare un sopralluogo presso le piazze indicate, conoscere il nostro ambiente e il nostro patrimonio culturale e architettonico – spiegano dall’amministrazione comunale -; hanno avuto l’opportunità di intervistare Paolo Asiano, 100 anni, memoria storica della nostra comunità, per sapere come si presentavano gli spazi e come venivano utilizzati nel passato”.

Successivamente hanno effettuato una visita guidata al Giardino diffuso con Elena Maggiora e ai murales con Letizia Veiluva, in rappresentanza dei Pikitanka. Infine, in biblioteca è stato organizzato un incontro in cui la popolazione è stata chiamata a esprimere opinioni e suggestioni rispetto alla riqualificazione degli spazi sociali, con la conduzione di Diego Repetto. “Per i cittadini è un modo per conoscersi meglio e guardare con occhi nuovi l’ambiente in cui si vive, mentre per noi amministratori è chiaramente un modo per comprendere i problemi; l’obiettivo è quello di far crescere il senso di appartenenza e ‘costruire comunità’, partendo da quel che siamo, dalla nostra storia”, spiega il sindaco Francesca Ferraris.

“A breve gli studenti ci restituiranno le loro proposte progettuali, che saranno esposte in occasione dell’edizione di quest’anno di ‘Rosso di rose’, in programma il prossimo 11 maggio. Le proposte, frutto di tutte le informazioni raccolte e della loro creatività, saranno nuovamente sottoposte a una valutazione da parte della popolazione. L’esposizione dei disegni e dei progetti sarà accompagnata dalla riproduzione di un video, con una dedica particolare al momento più emozionante della giornata: l’intervista a Paolo Asiano”, conclude Ferraris. Tra gli incontri in occasione della manifestazione “Rosso di rose” organizzata da Elena Maggiore, garden designer insieme al Comune di Viarigi, troviamo l’incontro in programma giovedì 2 maggio alle ore 20.30 presso il Circolo Anspi di via roma 30 in cui l’agronomo Andrea Fasolo terrà la conferenza su “Agricoltura innovative ecocompativilem cover crops, minime lavorazioni”.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Noris Morano

Noris Morano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!