Articolo »

Mercoledì 9 giugno

Processo Eternit-bis: la difesa chiede l'inammissibilità della costituzione di parte civile di enti e associazioni e dei Comuni monferrini

In Corte d'Assise a Novara

L'udienza di mercoledì 9 giugno a Novara

Aggiornamento ore 16.45 - Si chiude la prima udienza dell'Eternit-bis. Il giudice Pezone ha fissato la prossima udienza a lunedì 5 luglio nel corso della quale proseguirà la trattazione delle questioni preliminari.

Aggiornamento ore 16.10 - La Procura, nella sua replica ai due difensori del magnate svizzero, ha sottolineato come le richieste di inammissibilità siano già state dichiarate infondate dal gup del Tribunale di Vercelli. Ora sono in corso le repliche, simili nei contenuti a quella della Procura, dei legali di parte civile.

Aggiornamento ore 15.30 - La difesa ha sollevato eccezioni anche per la costituzione di parte civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri per un vizio formale e dei Comuni monferrini ad eccezione di Casale (Ponzano, Cella Monte, Rosignano, Balzola, Ozzano, Ticineto, San Giorgio, Cereseto, Valmacca, Pontestura e Morano).

Questa mattina, mercoledì 9 giugno, si è aperto il processo Eternit-bis davanti alla Corte d'Assise di Novara, presieduta dal dottor Gianfranco Pezone, nel quale Stephan Schmidheiny, 73 anni, è accusato di omicidio volontario con dolo eventuale. L'udienza, al momento, è in corso e la difesa ha appena chiesto l'inammissibilità della costituzione di parte civile di enti e associazioni in quanto, in assenza di diritto soggettivo immediatamente leso dal reato, per loro non esisterebbe un interesse concreto nell'affermazione di colpevolezza dell'imputato


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Paolo Testa

Paolo Testa
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!