Articolo »

Progetto

Mercoledì 10 ottobre al Santo Spirito torna l'Obesity Day

Sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sul problema del soprappeso e dell’obesità

Il progetto Obesity Day coinvolge centri ADI (Servizi di Dietetica e Nutrizione Clinica, Servizi Territoriali, Centri Obesità) nel campo specifico della prevenzione e cura dell’obesità e del soprappeso. Il 10 ottobre ci si potrà rivolgere ai Centri che aderiscono all’iniziativa.

I Servizi di Dietologia e Nutrizione della ASL AL partecipano da più di dieci anni a questa iniziativa volta a sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sul problema del soprappeso e dell’obesità delle persone adulte e dei bambini che coinvolge il 30% delle famiglie.

«È importante inoltre che si consideri l’obesità come una malattia, bisogna infatti spostare l’attenzione sull’obesità da problema estetico a problema di salute. L’obesità comporta degli effetti negativi più o meno gravi non solo sulle condizioni di vita di chi ne soffre, ma anche su quella dei familiari e, indirettamente, sulla collettività. L’obesità, in particolare, ha un impatto significativo sulla società. L’incidenza economica negativa deriva dai costi dei sistemi sanitari (farmaci e ospedalizzazioni per la malattia stessa e per le sue complicazioni), dall’assenteismo nel lavoro e dalla ridotta performance lavorativa».

Il Servizio di Dietologia Clinica di Casale Monferrato come ogni anno parteciperà all’iniziativa. Nella giornata di mercoledì 10 ottobre dalle ore 13 alle 16, Gabriella Caprino, Responsabile del Centro e le dietiste Cosetta Mulas e Michela Pisano, gratuitamente a tutte le persone che si presenteranno, forniranno le seguenti prestazioni: misure antropometriche ( peso, altezza, circonferenza vita), calcolo BMI e fabbisogno calorico, dispendio energetico secondo il proprio peso in un ora svolgendo attività fisica al chiuso ed all’aperto e varie attività lavorative.

Quest‘anno si parlerà di dieta mediterranea regionale

«La parola dieta deriva dal greco e significa” modo di vivere”, nel senso di adottare delle regole che comprendono l’alimentazione, l’esercizio fisico e riposo, da applicare costantemente, per vivere in una situazione di benessere. Questo concetto viene oggi espresso con il termine di “stile di vita”, perchè solo modificando le proprie abitudini,,anche con piccoli cambiamenti,ripetuti per un lungo periodo di tempo, si possono ottenere risultati positivi e duraturi per la salute. Il tema di quest ‘anno è la dieta mediterranea, considerata dall’Unesco, patrimonio dell’Umanità, un modello alimentare non solo sano, ma anche sostenibile ed efficace nella prevenzione e terapia delle malattie croniche. La dieta mediterranea viene pertanto rivisitata in senso regionale, utilizzando prevalentemente ingredienti locali, di stagione freschi e naturali».

Si darà particolare risalto «alla riscoperta dei piatti più salutari della nostra tradizione gastronomica monferrina. Ricordiamo inoltre che le ricette con contenuti salutisti già erano state presentate al Salone del Gusto di Torino nel 2008».

Il fine ultimo del lavoro degli specialisti medici e dietisti che operano nel campo del soprappeso e dell’obesità «è quello di migliorare la qualità di vita dei loro pazienti, delle loro famiglia e di ridurre le ricadute negative ed economiche sulla società».

Per qualsiasi informazione è possibile contattare il Servizio Dietologia Clinica di Casale Monferrato al numero di telefono 0142 434311.