Articolo »

Coronavirus

I sindacati: «Per Pasqua si chiudano i negozi»

La provocazione: “A Pasqua non si potrà andare a Messa ma si potrà andare al supermercato!”

Le sigle sindacali CGIL,CISL e UIL hanno negli scorsi giorni inviato una lettera al Presidente della Provincia Baldi con un invito rivolto a tutti i sindaci di permettere la chiusura degli esercizi commerciali nella giornata di Pasqua e di Pasquetta. Nella lettera le motivazioni: ”Riteniamo che tale richiesta abbia come primo obiettivo quello di dare un segnale tangibile di vicinanza alle lavoratrici e ai lavoratori del settore che ormai da oltre un mese e mezzo sono in “prima linea” nonostante le precarie condizioni di sicurezza, soprattutto nella prima fase dell’emergenza. 

Inoltre, aspetto molto importante, la chiusura delle attività commerciali renderebbe più semplice il controllo degli spostamenti nel territorio da parte delle Forze dell’Ordine e avrebbe come ulteriore obiettivo quello di evitare assembramenti di persone nelle specifiche giornate festive.”. 

Pochi ore dopo rincara la dose la CGIL, che, scrivendo al Governatore della Regione Alberto Cirio, provocatoriamente si chiede come mai a Pasqua non si potrà andare a Messa ma si potrà andare al supermercato. “Secondo noi la Regione Piemonte farebbe meglio a guardare meno alla Lombardia e più al Veneto dove i negozi sono stati chiusi le domeniche e con la recente ordinanza anche il lunedì dell’Angelo e forse farebbe meglio a guardare a quelle esperienze non solo per la regolamentazione nel commercio, visto i risultati sulla diffusione dei contagi - scrive il sindacato FILCAMS CGIL - Presidente Cirio è ancora in tempo per prendere una decisione GIUSTA! Ci stupisca e lo faccia» 


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Carla Rondano

Carla Rondano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!