Articolo »

  • 28 giugno 2020
  • Casale Monferrato

Libro

Quel "prete con la penna" a colloquio con i grandi

Mons. Sapienza cura una monografia di don Pronzato

È uscito, per le edizioni Gribaudi, la casa editrice di tutta la vita editoriale di don Alessandro Pronzato, “Prete con la penna”, un libro di mons. Leonardo Sapienza, reggente della Prefettura della Casa Pontificia. Il “prete con la penna” è, naturalmente, il monferrino don Pronzato, nato a Rivalba nel ’32 e morto in Canton Ticino nel 2018. Tra i primi a recensire l’omaggio di mons. Sapienza a don Pronzato è stato il celebre biblista card. Gianfranco Ravasi.

«Era uno di quei fenomeni della letteratura minore - scrive Ravasi riferendosi a don Pronzato - dall’immensa produzione e diffusione, spesso veri e propri best seller, ignorati dalle classifiche». Benché ciò, per Ravasi, «la sua figura e le sue pagine avrebbero meritato un’attenzione non solo sociologica come particolare fenomeno di produzione spirituale»

Il libro di mons. Sapienza, nelle sue tre parti, ripercorre il rapporto del sacerdote monferrino con svariati personaggi della cultura e della chiesa italiane: l’editore Piero Gribaudi, padre David Maria Turoldo, Luigi Santucci, padre Camillo de Piaz, Luisito Bianchi, Dino Buzzati, Indro Montanelli. 

La parte più importante del volume, secondo il cardinale biblista, è quella dedicata al «confronto con la chiesa di quegli anni post-conciliari con le loro attese e le delusioni, la passione amorosa e la critica». 

Don Pronzato, nell’accorato ricordo del card. Ravasi, dal suo “pulpito di carta”, «palesemente era alieno a un cattolicesimo “muscolare”» e, anzi, ha sempre ribadito la necessità di un «sano e persino santo anticlericalismo quale espressione di autentico amore per la chiesa». 


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Sandro Martinotti

Sandro Martinotti
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!