Articolo »

Giornata Admo in piazza Mazzini. Un centinaio di nuovi "tipizzati"

Ehi, Tu! Hai Midollo?”, la giornata di sensibilizzazione alla donazione di midollo osseo, è ritornata per la terza volta sabato 21 settembre a Casale come in altre sessantasette città italiane tra cui Alessandria, Asti, Vercelli, Cuneo, Torino. In piazza Mazzini dalle 9 alle 19 volontari Admo hanno rilasciato informazioni, risposto a domande e distribuito opuscoli e brochure. Il midollo osseo, da non confondersi con quello spinale, è un fluido che si trova nelle ossa piatte del bacino. Qualunque persona di età compresa fra i 18 e i 40 anni può sottoporsi al prelievo di un campione di sangue periferico, cioè “tipizzarsi” come per una normale analisi, presso uno dei centri prelievi autorizzati (per Casale al centro trasfusionale del Santo Spirito). I risultati dell’analisi effettuata sul sangue vengono inseriti nell’archivio del registro italiano dei donatori di midollo osseo (internazionalmente noto come Italian Bone Marrow Donor Registry o IBMDR) che è consultato per «offrire ai pazienti, affetti da malattie ematologiche gravissime, la possibilità di adire al trapianto di midollo osseo anche in assenza del donatore consanguineo HLA identico, individuando un volontario, estraneo alla famiglia, con caratteristiche immunogenetiche tali da consentire il trattamento terapeutico con elevate probabilità di successo». Per aumentare la probabilità di reperire un donatore compatibile sono sorti in tutto il mondo i Registri nazionali. Tali organizzazioni costituiscono dei veri e propri archivi di dati genetici che, collegati tra loro, rendono accessibile ad un singolo paziente un novero di donatori estremamente ampio. Il Registro italiano dei donatori di midollo osseo è una struttura similare, formalmente costituita dall’insieme dei Registri regionali. Se viene accertata la compatibilità con un paziente viene effettuato il prelievo, eseguito poi nel centro ospedaliero autorizzato (il più vicino è quello di Alessandria), in anestesia generale o locale, con un intervento della durata media di tre ore. Il midollo utilizzato per il trapianto viene prelevato solitamente dal braccio e molto più raramente dalle ossa del bacino. Al gazebo allestito in piazza Mazzini si sono avvicinati in tanti soprattutto giovani e alla fine della giornata sono stati un centinaio i nuovi “tipizzati” presso l’emoteca messa a disposizione dalla Croce Rossa. Giuseppe Siragusa di Pontestura, ad esempio, mentre compilava il modulo per l’iscrizione al Registro Donatori ha spiegato il suo gesto con una frase che può diventare uno slogan: «Non è un sacrificio per me e posso salvare una vita». Ha collaborato con Admo per la parte divulgativa, l’Avis mentre i clown di corsia dell’associazione “Viviamo in Positivo” (Vip) Alessandria Onlus, i “missionari della gioia” che vanno in ospedali e case di riposo e «dove regnano stati di tristezza o di sofferenza nei bambini ed adulti in Italia e nel mondo», hanno intrattenuto il pubblico con giochi di prestigio e figure realizzate con i palloncini. Il dottor Roberto Guaschino del Centro Trasfusionale di Alessandria incaricato dei prelievi ha definito importante la manifestazione che permette di raccogliere in una solo giornata più adesioni che in tutto il resto dell’anno. «È l’ospedale che per una volta va dai cittadini e non viceversa. Un grosso vantaggio». L’Admo è nata vent’anni fa per iniziativa dei familiari del giovane Rossano Bella, morto di leucemia senza avere trovato un donatore compatibile per effettuare il trapianto di midollo osseo e di altre famiglie colpite da analoghe tragedie. Nelle sue intenzioni l’Admo vuole combattere la scarsa conoscenza e l’indifferenza legate alla donazione delle cellule staminali, in grado di curare leucemie, talassemie e alcuni tumori solidi. Questo in ossequio alla richiesta che conclude la lettera-testamento scritta da Bella sette giorni prima di morire: «Per amor di Dio non fate che la mia morte non serva a nulla, combattete la leucemia».

Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Anselmo Villata

Anselmo Villata
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!