Articolo »

In Corte d'Assise

Chiesti 23 anni e 11 mesi per Schmidheiny all'Eternit-bis di Napoli

La requisitoria dei pubblici ministeri Giuliana Giuliano e Anna Frasca

Ventitré anni e 11 mesi di reclusione. È la richiesta che i pubblici ministeri del filone del processo Eternit-bis di Napoli, Giuliana Giuliano e Anna Frasca, hanno chiesto per Stephan Schmidheiny, imputato in Corte d’Assise a Napoli per l’omicidio volontario di otto persone (sei ex lavoratori dello stabilimento di Bagnoli e due familiari). Le conclusioni della Procura sono state esposte in un’udienza-fiume ieri, mercoledì, al cospetto della seconda sezione presieduta dalla dottoressa Concetta Cristiano. Il processo proseguirà il 23 marzo con le arringhe della difesa.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Maurizio Gily

Maurizio Gily
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!