Articolo »

  • 27 gennaio 2024
  • Casale Monferrato

In via Trevigi

Lezioni e incontri in un mese fitto all’Unitre di Casale

Mario Cravino ha svolto il primo di due incontri dedicati a eventi storici

Matteo Corda. Alla tastiera, ha trattato l’argomento musica classica

All’Unitre di Casale Francesco Pellicciari ha illustrato i principi generali dei progetti di conservazione della natura e della tutela dell’ambiente, suddivisi in aree omogenee europee: umide, comprendenti rogge, pozzi, stagni e specialmente risaie la cui superficie  in Italia rappresenta i due terzi del totale europeo, con un ampio serbatoio di biodiversità per varietà di piante, arbusti, uccelli, piccoli animali, farfalle e libellule. Gli ambienti forestali, si sono ridotti mentre resiste il bosco di circa mille ettari della Partecipanza di Trino con una gestione esemplare risalente al XIII secolo. 

Matteo Corda ha svolto una prima lezione di come ascoltare la musica classica. Avvalendosi di una tastiera amplificata ha proposto e commentato temi di composizioni famose ricordando gli elementi fondamentali della musica che sono il ritmo, la melodia, il colore e l’armonia. Elementi che sono stati approfonditi dal vivo nei successivi incontri che si concluderanno il 30 gennaio con lo stile nella forma musicale. Gabriella Demartini e Federica Ferraris hanno descritto l’evoluzione in atto verso la “dematerializzazione delle ricette” con la progressiva eliminazione del cartaceo, semplificando il ritiro e la conservazione dei referti, la nascita del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) e del “punto assistito” con l’elenco delle farmacie casalesi che vi hanno aderito. Sono seguiti gli interventi di G. Patrucco sulle variabili preanalitiche, G. F. Salmaso ha descritto la diagnostica per immagini della mammella, mentre N. Pacilli tratterrà la sessualità nell’anziano. 

Mario Cravino ha svolto il primo di due incontri dedicati a eventi storici, evoluzione artistica e sociale dal medioevo in avanti di Casale “curiosa e misteriosa”. Avvalendosi di fotografie d’epoca e di illustrazioni pregevoli, il relatore ha descritto l’impianto topografico medioevale dei quattro cantoni: Lao, Brignano, Valaro, Montarone, il cambiamento dei nomi delle vie, monumenti, lapidi, piazze, scoperte archeologiche, regolamenti, divieti, multe. E ancora, Diplomi, medaglie, timbri, parate militari, usanze cittadine, la pietra del ludibrio con la sua originale funzione e la dolorosa e crudele vicenda della congiura di Oliviero Capello. Il 29 gennaio si rivivrà il passato con gradevoli poesie dialettali lette da Mauro Bonelli il quale dal 6 febbraio terrà un corso di Storia Contemporanea.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Marco Imarisio

Marco Imarisio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!