Articolo »

  • 11 marzo 2019
  • Alessandria

Indagine del Carabinieri del NOE: amianto in mille tonnellate di rifiuti in un'azienda del Tortonese

Indagine dei Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Alessandria, nel contesto dei controlli rivolti alle aziende della filiera di gestione dei rifiuti, su un’azienda del Tortonese che si occupa del recupero dei detriti derivanti dalla demolizione edile, trasformandoli in materiali inerti utili al reimpiego nell’attività di costruzione.

La situazione che si è presentata agli organi di controllo ha rivelato la presenza di oltre 1.000 tonnellate di rifiuti, stoccati in diversi cumuli a brevissima distanza da campi coltivati a cereali. Dalle verifiche tecniche immediatamente svolte, è tuttavia emerso che i vasti cumuli di rifiuti non erano solo un problema di deturpazione del paesaggio: i campionamenti eseguiti hanno rivelato la presenza di amianto di tipo “crisotilo” sia nei rifiuti da trattare che in quelli in lavorazione, per un quantitativo di circa 1.200 tonnellate.

I Carabinieri del NOE hanno pertanto messo i sigilli all’area di circa 3000 metri quadri contenente i cumuli di rifiuti contaminati, sequestrandola e ponendola a disposizione della Procura della Repubblica di Alessandria, mentre nei prossimi giorni verranno svolte tutte le ulteriori verifiche del caso.

Il rappresentante legale del sito dovrà rispondere all’Autorità Giudiziaria dei reati di gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e violazione delle prescrizioni contenute nelle autorizzazioni all’esercizio dell’attività.