Articolo »

Disservizi trasporti

La protesta dei pendolari: «Smetteremo di mostrare il biglietto/abbonamento»

Una situazione che va avanti da tantissimo tempo a Casale Monferrato

Sono Matteo Philippe, ho 17 anni e sono di Casale Monferrato. Frequento il Liceo Plana ad Alessandria, classe quarta.

Per andarci, prendo tutte le mattine il treno, che è perennemente in ritardo (un'ora) o cancellato, almeno due volte a settimana.
 
In questo inizio anno, si è raggiunto l'apice della decadenza: già prima, la situazione (so di cosa parlo prendendo il treno da 4 anni) lasciava a desiderare ma ora, grazie a Trenitalia, sono riuscito a totalizzare 6 ritardi in appena 3 mesi e mezzo di scuola... in realtà, sarebbero molti di più ma alcune volte mio padre è riuscito a portami.
 
Abbonamento di 25 euro a settimana, non proprio poco, sempre pagato (ho ancora le mail per verificare).
 
Per questo motivo ho creato una petizione su change.org: io e gli altri pendolari casalesi smetteremo di mostrare il biglietto/abbonamento per protestare contro questa situazione che va avanti da tantissimo tempo a Casale Monferrato, città dove tantissime tratte sono state rimosse e dove quelle ancora presenti "funzionicchiano".
 
Saranno le superperformanti ed extra green macchine elettriche a salvarci? Mi farebbe molto piacere che questo problema potesse avere risonanza mediatica e quindi vi chiedo aiuto: queste situazioni di carenza dei servizi sono il simbolo di uno stato in cui c'è carenza di volontà, quella reale.

Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Marco Imarisio

Marco Imarisio
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!