Articolo »

I funerali domani, giovedì, alle 15, nella chiesa parrocchiale

Cordoglio a Sala: è morto il 're della muletta'

Cesare Sassone, conosciuto a livello nazionale per il tipico insaccato

Se n’è andata un’altra storica figura di Sala Monferrato. Cesare Sassone, conosciuto come il “re della muletta”. Cesarino, com’era da tutti conosciuto, era il quarto di otto fratelli e da giovane aveva imparato l’arte del norcino dalla nonna materna Rosa Ferraris. Nel 1963 entrò nel mondo del commercio acquisendo la bottega di alimentari dalla famiglia Poletti. Nella sua bottega c’era la fila per comprare i salami cotti, crudi, cacciatorini e la muletta. Con la moglie Rina, negli anni ’70, aprì anche la macelleria  con la vendita di carni di pregiati fassoni piemontesi, allevati nelle stalle di Sala e nelle zone limitrofe. Cesarino, insieme a Pietro Crova, altro noto produttore di muletta salese, è stato per decenni il protagonista della filiera agroalimentare dei salumi locali.  Nel maggio del 2007, durante il convegno “Un prodotto, un territorio” Cesarino venne premiato con Pietro Crova e Umberto Coppo (allevatore di maiali) per l’impegno e la salvaguardia delle tradizioni gastronomiche salesi. Cedette l’attività al nipote Luca Sassone agli inizi degli anni 2000. La muletta di Sala è stata  presentata a Parigi e alla trasmissione televisiva “Mezzogiorno in famiglia”, oltre che essere testimonial del territorio in diverse presentazioni di Riso&Rose a Torino, Genova e Milano. All’età di 53 anni aveva vinto una dura battaglia contro un tumore raro, potendo così riprendere totalmente la propria attività. Cesarino lascia la moglie Rina, il figlio Paolo, geologo, e la figlia Marilena, laureata in Economia. Il funerale verrà celebrato giovedì, alle ore 15, nella chiesa parrocchiale di Sala Monferrato.