Articolo »

  • 13 aprile 2018
  • Casale Monferrato

Il Monferrato va al Vinitaly: una trentina di aziende vitivinicole in fiera a Verona

Nei calici Barbera, Grignolino e Ruché ma anche bianchi e distillati

Da domenica 15 a mercoledì 18 aprile torna presso lo spazio di VeronaFiere, a Verona, il Vinitaly, il più grande salone italiano dedicato a vini e distillati. Le edizioni arrivano a quota cinquantadue, gli espositori superano ben oltre le quattromila presenze e i vini esposti arrivano ad oltre le quindicimila etichette. E anche dal Monferrato diverse aziende si preparano alla trasferta veronese per incontrare clienti, buyer internazionali e operatori del settore esponendo i vini caratteristici dell’area Casalese e Moncalvese, con particolare focus sugli operatori stranieri, con l’obiettivo di aprire nuovi canali commerciali con le aree del pianeta dove i vini italiani stanno ottenendo buoni trend. Vi saranno Barbera, Grignolino, Ruchè ma anche i bianchi del territorio e i distillati e non mancheranno occasioni ed incontri per presentare i vini e, al contempo, il territorio nel quale le ricchezze enologiche monferrine prendono vita di anno in anno. Per numerosi produttori il Vinitaly costituisce anche l’opportunità per proporre alla clientela l’assaggio dei vini della passata stagione che si stanno per affacciare al mercato. Non solo degustazioni ma in programma vi è anche una fitta agenda di incontri di approfondimento e promozione: il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato organizza ad esempio una delle masterclass previste a ‘Vinitaly and the City’, il ‘fuori salone’ di Verona in programma nei palazzi storici e nelle piazze del centro scaligero domenica 15 aprile (dalle ore 19). La prestigiosa Loggia Antica di Piazza dei Signori sarà allestita a sala degustazione ed eccezionalmente riservata ai grand tasting di Barbera d’Asti. Un’occasione per celebrare ricchezza ed eterogeneità del patrimonio vinicolo di Asti e del Monferrato, con la speciale conduzione da parte del giornalista Paolo Massobrio. Lo stesso Massobrio, con il presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato Filippo Mobrici, condurrà inoltre lunedì 16 aprile, dalle 14 alle 15, l’incontro sul tema “Originale ed estroso: l’imprevedibile Grignolino” per continuare a parlare del rosso rappresentativo del Monferrato. Altri incontri fra martedì e mercoledì coinvolgeranno anche Sistema Monferrato e Casale Capitale della Doc.

I monferrini al Vinitaly

Ecco le aziende del Monferrato Casalese che saranno presenti: Accornero Giulio e Figli (Vignale), Alemat (Ponzano), Vini Angelini (Ozzano), Antica Distilleria d’Altavilla (Altavilla), Bonzano Vini (Casale Monferrato), Cantina Iuli (Cerrina), Castello di Gabiano (Gabiano), Castello di Uviglie (Rosignano), Colle Manora (Quargnento), La Faletta (Casale Monferrato), Montariolo Società Agricola (Alfiano Natta), Gaudio Mauro (Vignale Monferrato) e Vi.ca.ra. (Rosignano). Ad essi si aggiungono le aziende vitivinicole del nord-astigiano: Bava, Cocchi e Dezzani (Cocconato), Caldera (Portacomaro Stazione), Cantina Sociale di Casorzo, Cantine Sant’Agata (Scurzolengo), Azienda Crivelli, Ferraris Agricola e Gatto Pierfrancesco, Montalbera e Tenuta dei Re (Castagnole Monferrato), La Mondianese e Tenuta Montemagno (Montemagno) e Tenuta Santa Caterina (Grazzano Badoglio).