Articolo »

Maltrattamenti in famiglia: scattano le denunce dei Carabinieri

Nel corso dell’ultimo periodo la Compagnia Carabinieri di Casale, attraverso le Stazioni Carabinieri dipendenti e con l’impiego del personale femminile in servizio, ha proceduto alla prevenzione, sensibilizzazione e repressione dei reati che riguardano gli atti persecutori, i maltrattamenti in famiglia e le violenze in genere su donne e minori.

I Carabinieri della Stazione di Murisengo a seguito della denuncia presentata da una 39enne rumena, residente a Murisengo, hanno denunciato in stato di libertà per maltrattamenti in famiglia l’ex marito, anche lui rumeno 40enne, il quale si sarebbe reso responsabile di una serie di violenti episodi nei confronti della ex consorte, a partire dal 2014 fino ad oggi.

Sempre gli stessi militari, ad esito degli accertamenti, in seguito alla denuncia presentata da una 42enne italiana, residente a Murisengo, hanno denunciato in stato di libertà per maltrattamenti in famiglia l’ex convivente, un 42enne rumeno, residente a Casale, disoccupato con precedenti di polizia, il quale si sarebbe reso responsabile di una serie di episodi violenti nei confronti della ex convivente.

I Carabinieri della Stazione di Cerrina, a seguito della denuncia presentata da una 44enne italiana residente a Mombello, hanno denunciato in stato di libertà per maltrattamenti in famiglia, il marito 46enne italiano, poiché si sarebbe reso responsabile di una serie di violenze nei confronti della moglie. Come primo provvedimento, oltre alla denuncia, l’Autorità Giudiziaria ha applicato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie e dai figli.