Articolo »

Intervento del Comune alla Piagera

A Gabiano ripristinata la strada della Ghiaia dopo l’esondazione

Un tratto viario di particolare importanza per l’economia agricola locale

A distanza di soli due mesi dall’ultima esondazione del fiume Po nella pianura agricola gabianese (frazione Piagera), nei giorni scorsi, malgrado gli ingenti danni e in attesa che la Regione Piemonte risponda alla richiesta di finanziamento avanzata subito dopo l’evento, l’amministrazione comunale è riuscita a completare il ripristino della strada della Ghiaia.

Trattasi di un tratto viario di particolare importanza per l’economia agricola locale, in quanto attraversa, raggiunge e mette in collegamento, gli appezzamenti di circa 40 aziende agricole. «Subito dopo il ritiro delle acque, i danni erano risultati assai ingenti», spiega il sindaco Domenico Priora; «l’arteria della sede stradale era stata interrotta in tre punti e per circa un centinaio di metri».

Il Comune era così stato obbligato a chiudere il transito sia alle auto sia ai mezzi agricoli, «sperando in un tempestivo intervento da parte della Regione ma, ad oggi, nessuna risposta» precisa Priora. Tuttavia, le attività e i tempi in agricoltura seguono i ritmi delle stagioni e non quelli delle istituzioni. Per questo, l’amministrazione comunale aveva deciso per un pronto intervento, ricorrendo ai fondi di bilancio, invece destinati all’asfaltatura delle strade comunali.

La ditta incaricata per le opere in regione Ghiaia è stata la Zanero di Cavagnolo che, in circa dieci giorni di lavoro, ha ricostruito l’intera massicciata stradale. La strada è così nuovamente percorribile a aperta al transito di ogni veicolo, fissando a 30 km orari il limite di velocità.