Articolo »

  • 01 febbraio 2019
  • Casale Monferrato

Maltempo: il Monferrato come la Siberia... e gli studenti si lamentano

Non si placano le polemiche a Casale sulla decisione di chiudere le scuole a pochi minuti dall'apertura. Ci scrive una giovane lettrice: «Qualche centimetro di neve ed è subito Siberia: strade sporche, scuole chiuse e centinaia di ragazzi sotto la neve ad aspettare il pullman per tornare a casa».

«Infatti, l'avviso per le scuole chiuse datato 1 febbraio è stato dato troppo tardi: pochi si ricordano che molti studenti, che abitano fuori casale e a volte addirittura in province diverse da quella casalese, si svegliano alle 5 per poter prendere il pullman. Ciò significa che molti di loro - e anche alcuni insegnanti - al momento dell'annuncio (dato 15 minuti dall'apertura delle scuole), si trovavano già nei pressi delle loro scuole, bagnati, infreddoliti e possiamo dire anche poco contenti di trovarsi in una situazione di disorganizzazione».

«Ma del resto - conlude la studentessa - è inutile sottolineare tutto ciò, in Siberia a scuola si va con gli slittini, e nessuno avvisa (per tempo) se uscire o meno, ne tantomeno passano a pulire le strade!».