Articolo »

  • 28 luglio 2020
  • Casale Monferrato

Analisi

Report edilizia: una ripresa lunga e complicata a causa della pandemia

“Rapporto congiunturale sull’industria delle costruzioni".

«Il 2020 avrebbe dovuto rappresentare un anno piuttosto importante per l’edilizia, confermando il leggero miglioramento che sembrava intravedersi dai dati presentati in occasione del precedente Rapporto congiunturale. Nessuno poteva prevedere l’avvento di una ‘variabile impazzita’ capace di complicare, ancora una volta, una ripresa già di per sé piuttosto lunga e faticosa». Paolo Valvassore, presidente del Collegio Costruttori ANCE della provincia di Alessandria ha aperto così la presentazione del “Rapporto congiunturale sull’industria delle costruzioni".

Dai dati della Cassa Edile di Alessandria emerge, però, uno scenario «incoraggiante – come lo definisce Paolo Valvassorecon una ripresa delle ore lavorate e della massa salari denunciata dalle imprese, rispettivamente pari a + 6,50 per cento e + 15 per cento rispetto all’anno precedente; seppur ancora distante dai numeri precedenti alla crisi. Va rilevato anche un leggero aumento del numero dei lavoratori a fronte di una sostanziale invariabilità del numero delle imprese  iscritte, che continuano ad essere micro-piccole: infatti, quelle fino a dieci addetti rappresentano l’89 per cento del totale».

Il settore immobiliare che, nel 2019, ha fatto riscontrare un ulteriore incremento dell’11 per cento del numero di compravendite di immobili residenziali rispetto al 2018: 23 per cento nel Casalese (da 624 a 769), 19 per cento nel Valenzano e Alessandrino (da 478 a 567), 10 per cento nel Novese Ovadese (da 855 a 937), 14 per cento nel comune di Alessandria (da 905 a 1028), 4 per cento nell’Acquese (da 503 a 524). Unico dato negativo il Tortonese con un meno 5 per cento (da 539 a 510).

 


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Renato Luparia

Renato Luparia
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!