Articolo »

Camera di Commercio

La certificazione “Ospitalità Italiana”

Alle strutture del territorio

Lunedì 1° luglio si è svolta presso Palazzo Monferrato ad Alessandria la consegna delle certificazioni “Ospitalità Italiana” a 44 strutture tra agriturismi, alberghi, ristoranti e bed&breakfast delle province di Alessandria e di Asti che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento.

La certificazione “Ospitalità Italiana” è un’iniziativa sviluppata a partire dal 1997 dalle Camere di Commercio italiane, in collaborazione con ISNART - Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, e costituisce elemento distintivo per il consumatore a garanzia della qualità dei servizi offerti dalle strutture certificate. 

La qualificazione delle imprese appartenenti al settore turistico-ricettivo avviene su adesione volontaria ed è un riconoscimento rilasciato alle strutture in possesso dei requisiti qualitativi previsti da appositi disciplinari. 

Al fine di qualificare e valorizzare al meglio le strutture del settore, dal 2020 sono stati formulati nuovi disciplinari che integrano il percorso certificativo con un sistema di rating, studiato per trasformare i requisiti del disciplinare in KPI (Key Performance Index), indicatori chiave delle prestazioni aziendali. Gli indicatori consentono non solo di verificare se l’azienda possiede i requisiti minimi per ottenere la certificazione ma anche di analizzare il livello a cui si attesta l’azienda rispetto a 4 aree di indagine ritenute prioritarie ossia:

qualità del servizio: esprime il livello di qualità del servizio offerto attraverso l’esame di molteplici requisiti che vanno dall’accoglienza fino alla trasparenza, dall’attenzione al cliente alla qualificazione del personale impiegato;

identità: esprime la coerenza della struttura rispetto alla sua proposta alla clientela, a partire dalle informazioni fornite attraverso diversi strumenti (sito internet, canali social, insegna, ecc.);

notorietà: esprime i riconoscimenti che la struttura ha ottenuto dai social e dalle guide di settore, che avallano la sua reputazione ed il gradimento da parte della clientela;

• promozione del territorio: rappresenta la capacità della struttura di raccontare il territorio, in coerenza con la sua identità e con la proposta turistica, gastronomica e culturale.

Inoltre il soddisfacimento di determinati requisiti definiti “green” ha consentito a n. 12 imprese di acquisire la distinzione aggiuntiva di struttura attenta alle tematiche di sostenibilità ambientale. 

«I riconoscimenti che sono stati attribuiti alle 44 strutture delle nostre province - dichiara il presidente della Camera di Commercio Gian Paolo Coscia - sono un segnale di come il turismo sia un settore “di eccellenza” sia dal punto di vista della qualità del servizio che dell’innovazione dell’offerta volta alla valorizzazione del nostro territorio. Anche le 12 imprese certificate come “Green” sono un ulteriore fiore all’occhiello del sistema economico locale, non solo a livello turistico. Un territorio “incoronato” e “green” che dimostra di essere pronto a raccogliere importanti sfide in termini di flussi turistici, nazionali ed internazionali, di varie tipologie e con esigenze diversificate da soddisfare. La Camera di Commercio intende proseguire su questo percorso di supporto e di certificazione delle strutture ricettive e ristorative. Per questo motivo la Giunta camerale ha già approvato il bando certificazione “Ospitalità Italiana” - Rating edizione 2024 che consentirà ad altre 60 strutture turistico ricettive e ristorative delle province di Alessandria e di Asti interessate all’iniziativa di candidarsi per ottenere a loro volta il riconoscimento di qualità».

La partecipazione al bando non comporta alcun onere a carico delle imprese richiedenti in quanto i relativi costi sono totalmente a carico della Camera di Commercio di Alessandria-Asti. Possono candidarsi alberghi, ristoranti, agriturismi e bed&breakfast (solo se iscritti alla Camera di commercio) non ancora certificati “Ospitalità Italiana” e quelli che hanno già ottenuto in passato la certificazione Marchio Q “Ospitalità Italiana” i quali, se interessati a mantenere il riconoscimento, devono richiedere di accedere alla nuova versione con il rating.

Le domande per il bando 2024 possono essere inviate fino al 31 agosto con PEC all’indirizzo info@pec.aa.camcom.it 

servizio su "Il Monferrato" di venerdì 5 luglio


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Michelle Hold

Michelle Hold
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!