Articolo »

Il sindaco di Trino: «Il livello del Po è cresciuto ma non è preoccupante»

Trinesi con lo sguardo all’insù e giustamente preoccupati per il maltempo di questi giorni, dove il fiume Po è tornato a fare paura. La criticità maggiore è di oggi, martedì 6 novembre, proprio nell’anniversario della disastrosa alluvione del 1994 che mise in ginocchio tutto il Piemonte e Trino in particolare.

Dai bollettini meteo dell’ARPA e dalla piena, il Po ha raggiunto i tre metri di altezza sotto il ponte tra Trino e Camino, con una tendenza ad aumentare: «Dai dati che rileviamo attualmente il livello del fiume Po è cresciuto ma assolutamente non preoccupante, mentre l'idrografia minore è totalmente sotto controllo, praticamente in asciutta» ha spiegato il sindaco Daniele Pane.

«Le previsioni ci dicono che ci sarà sicuramente un peggioramento delle condizioni, aumenteranno i livelli, ma dovrebbero rimanere entro le soglie previste che ci lasciano tranquilli. I monitoraggi continueranno tutta la giornata e fino alla fine dell'allerta diramata ieri. Notizie dei telegiornali, pagine web pubbliche e private potrebbero essere fuorvianti e poco precise sulla nostra situazione specifica. Le immagini, i video e le notizie che arrivano dalle altre zone (Torino Murazzi per esempio) non sono preoccupanti per noi. Seguiremo e comunicheremo ai cittadini gli aggiornamenti in maniera tempestiva e precisa».

Protezione Civile, Vigili Urbani, Ufficio Tecnico Comunale, Arpa, Aipo, Ovest Sesia e Prefettura, continuano costantemente a monitorare la situazione: «Chiedo la massima tranquillità perché, al momento, non c'è nessun rischio particolare. È inutile oltre che pericoloso il via vai sul Ponte del Po. Sotto l’atrio comunale è possibile vedere il livello del fiume in tempo reale» conclude il sindaco.