Articolo »

  • 24 luglio 2009
  • Casale Monferrato

Il Casale ricorda Caligaris e Monzeglio nel giorno dell'inizio della nuova stagione

Nel giorno dell'inizio della preparazione, quindi dell'avvio ufficiale della nuova staghione, il Casale si ritrova al cimitero, di fronte alle tombe gemelle dei suoi giocatori più grandi Umberto Caligaris ed Eraldo Monzeglio, per una breve e raccolta cerimonia. L'appuntamento è per le 11 di questa mattina, sabato 25 luglio. «La notizia non è stata anticipata - spiega l'addetto alla comunicazione della società nerostellata Alberto Rossi - perché l'intenzione è quella di fare una cerimonia raccolta, intima, alla presenza dei parenti dei due grandi giocatori nerostellati». E' annunciata infatti la presenza del pronipote di Umberto Caligaris e di un nipote di Eraldo Monzeglio. Oltre che del vicario generale della Diocesi di Casale Monferrato mons. Antonio Gennaro, del sindaco Giorgio Demezzi, e di una delegazione della società comprendente l'amministratore delegato Fabrizio Catenacci, il vicepresidente Francesco Rocco, il responsabile del settore giovanile (ed ex giocatore del Casale, oltre che del Milan) Roberto Casone. Ci sarà anche Paolo Gilardino, ex capitano e bandiera del Casale Calcio (l’unico giocatore che ha vestito in partite ufficiali solo ed esclusivamente la maglia nerostellata, 321 partite in campionato, 14 in coppa Italia): fra l'altro, terzino anche lui, proprio come Monzeglio e Caligaris. La commemorazione - nell'anno del centenario della società e all'avvio della nuova gestione con l'ingresso del Gruppo Foppiani - ha un grande significato simbolico. Per coincidenza, cade anche alla viglia del 108° anniversario della nascita di Umberto Caligaris (nato a Casale il 26 luglio 1901), mentre Eraldo Monzeglio è nato cinque anni dopo a Vignale. Caligaris ha vinto cinque scudetti con la Juve e ha vestito 59 volte la maglia della Nazionale italiana (37 quando militava ancora nel Casale). Monzeglio ha vinto due titoli mondiali con la Nazionale nel 1934 e nel 1938 e uno scudetto col Bologna.