Articolo »

Moncalvo

Il nuovo campo da hockey «sarà di livello mondiale»

La città aleramica ha «una delle società storiche italiane di hockey su prato»

«Il nuovo campo da hockey sarà di livello mondiale, il più moderno in Italia e potrebbe così ospitare manifestazioni internazionali». Il presidente della Federazione Italiana Hockey, Sergio Mignardi, ha commentato con favore la realizzazione del nuovo impianto da hockey durante un incontro con la stampa locale tenutosi sabato scorso nella città aleramica. Mignardi, accompagnato dai consiglieri federali Stafano Pagliara e Marco Bonacini, ha fatto visita a Moncalvo per la prima volta per parlare con il presidente della Usd Moncalvese Fabio Coggiola e il vice Teresio Gonella in vista delle prossime elezioni di settembre. «Il primo consiglio federale, se saremo rieletti, ci piacerebbe tenerlo qui a Moncalvo» ha detto il numero uno della Federhockey. Durante la giornata c’è stato modo di parlare anche del nuovo progetto del campo da hockey che l’amministrazione guidata da Christian Orecchia ha in programma per sostituire il vecchio impianto di via Goria. Presente all’incontro anche Pamela Guarnero, presidente UnionSport, l’associazione che unisce le società sportive moncalvesi.

«Moncalvo è una delle società storiche italiane di hockey su prato, una delle poche che porta avanti parallelamente le selezioni maschili e quelle femminili conseguendo ottimi risultati, dai giovani alle prime squadre» ha detto Pagliara. «Non possiamo che appoggiare iniziative di amministrazioni comunali che vogliono investire nello sport e nei giovani», ha proseguito Mignardi. Un appoggio da parte della Federazione che si tradurrà anche a livello economico, con un contributo di cui «non riveliamo ancora la cifra esatta, ma lo faremo una volta formalizzata la pratica». Il campo che si andrà a costruire avrà un costo elevato, il progetto prevede circa 380 mila euro finanziato con mutuo ventennale dal Credito Sportivo, «ma Moncalvo rivestirà così un ruolo importante non solo per il territorio ma per tutto il Piemonte», prosegue Mignardi. L’unico altro impianto ad acqua, infatti, è a Bra, in provincia di Cuneo, ma ha oltre dieci anni.

«Questi tipi di campi, di cui in Italia ce ne sono una ventina sui 45 manti sintetici, sono fondamentali per l’allenamento degli atleti che giocano a grandi livelli», spiega Bonacini. Per questo le nazionali potrebbero venire ad allenarsi a Moncalvo e si potrebbero disputare competizioni, tornei e manifestazioni internazionali. Punto interessante, soprattutto per Moncalvo è il forte impatto economico che potrebbe inevitabilmente portare un impianto di questo tipo. «Da anni seguiamo con attenzione il turismo sportivo delle squadre giovanili di hockey che dal nord Europa vengono in Italia con i genitori per allenarsi e allo stesso tempo trascorre le vacanze. Tra i requisiti necessari perché si possano allenare in sicurezza e ad alti livelli, un campo di questo tipo è essenziale. Moncalvo a questo punto, diventerebbe una delle loro mete possibili», prosegue il presidente federale. Soddisfazione anche per il sindaco Orecchia che sin dal suo insediamento ha puntato molto sulla realizzazione del nuovo impianto: «Sarà un volano importante per la nostra economia grazie anche con la collaborazione della Federazione con cui saremo sempre in contatto per l’organizzazione di eventi sportivi. Non dimentichiamoci che Moncalvo offre i servizi di una grande città ed è il polo fondamentale del nostro territorio».

Mignardi ha poi spiegato come ha vissuto l’hockey l’ultima parte dell’anno caratterizzato dall’emergenza sanitaria e ha parlato della nuova stagione. «Sul sito della Federazione si possono trovare le linee guida per società e atleti in vista dei prossimi campionati che inizieranno a ottobre». Le composizioni delle serie minori sono ancora da ufficializzare, ma se si dovessero adottare gli stessi criteri della serie A1, le furie rosse maschili potrebbero passare di diritto dalla serie B alla A2.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Renato Luparia

Renato Luparia
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!