Articolo »

  • 30 settembre 2020
  • Casale Monferrato

Motonautica

Concluso a Viverone il "Waterfestival". Buon debutto in F4 per Oleg Bocca che si piazza decimo

Successo sportivo e turistico per la manifestazione organizzata, per il secondo anno consecutivo, dalla scuderia casalese della quale è presidente l'ex campione del mondo Fabrizio Bocca

Si è concluso il "Watefestival" di Viverone con un successo non solo sportivo ma anche turistico che ha portato ospiti nei vicini comuni del Biellese e del Canavese grazie alla promozione del territorio racchiusa nel nome di "Discovery Viverone & Serra Morenica", l’insieme di eventi promozionali realizzato in collaborazione con il Comune di Viverone, la Regione Piemonte, i Comuni del Territorio e l’Agenzia di Sviluppo della Serra. Tanti gli eventi di intrattenimento turistico e sportivo organizzati nel weekend del 25-26-27 settembre, insieme con itinerari enogastronomici alla scoperta del territorio.

Al centro lo sport con la motonautica che mai come quest’anno è stato importante per far tornare gli atleti in acqua. Dopo un 2020 di lockdown e tutte le gare sospese, il Piemonte e Viverone hanno scommesso su una sfida difficile ma possibile, come ha ricordato all’inaugurazione anche l’organizzato, team principal e allenatore del Rainbow Team, Fabrizio Bocca. Una sfida voluta dal la scuderia casalese e dalle istituzioni. Così la sesta edizione della manifestazione sportiva per la seconda volta di fila è stata organizzata dal Rainbow Team Association asd, scuderia di motonautica dell’ex campione mondiale di Motonautica F1 H20 nel 1992 Fabrizio Bocca, presidente dell’associazione e allenatore delle leve giovanili, ha avuto successo su tutti i fronti. Tra i numerosi ospiti della manifestazione sportiva, domenica 27 c'era anche il sindaco di Casale Monferrato Federico Riboldi. «Un festival dell’acqua che parla Monferrino – ha detto Riboldi – Un podio giovanile tutto casalese. Un grande orgoglio come sindaco di Casale vedere la motonautica del territorio organizzare manifestazioni di livello mondiale. L’emozione più grande del weekend e sicuramente la determinazione di Oleg Bocca che, al debutto in F4, ha tenuto alto il nome della città». 

Organizzata secondo le norme anti virus, la manifestazione ha permesso di assistere alla Finale del Campionato Mondiale di Formula 4 e del Campionato Mondiale di Formula 350, insieme con la penultima tappa del Campionato Italiano Formula Junior Elite che si concluderà il prossimo weekend a Baveno. Le uniche due gare per i talenti italiani più giovani che, dopo l’annullamento delle precedenti che dovevano essere corse a Brindisi e in Calabria, questo è un bel segno di rinascita che arriva proprio dalla regione piemontese, tra le più colpite a livello sanitario durante l’emergenza sanitaria.

Sul podio della Formula 4 sono saliti solo finlandesi: primo posto per Alexander Lindholm barca 14, secondo Alec Weckstrom barca 22, terzo Roope Virtanen barca 96.
Nella Formula 350 è arrivato primo il ceco David Loukotka barca 98, che è tornato in gara proprio al Waterfestival dopo un infortunio alla schiena: un problema di salute non indifferente per un driver che deve correre stando sdraiato sulla barca. È passato dal letto dell’ospedale all’acqua e ha vinto. Secondo e terzo due italiani: Claudio Fanzini barca 6 e Alessandro Cremona barca 46.

 

- Nella foto Il sindaco Federico Riboldi con il Rainbow Team


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Armandina Gruppo

Armandina Gruppo
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!