Articolo »

La strage dell'amianto a «La storia siamo noi»

La Storia Siamo noi – in onda giovedì 24 gennaio alle 23 Rai3 parte dalle riprese della trasferta a Torino per la lettura della sentenza del Processo Eternit dello scorso 13 febbraio, per raccontare a ritroso con l’aiuto di testimoni, «uno degli scandali più gravi e dolorosi della recente storia italiana». Solo a Casale Monferrato le vittime dell’amianto sono 1800 – sottolinea il comunicato diffuso dalla redazione della RAI - «su una popolazione di 36 mila abitanti. Dice Romana Blasotti presidente dell’Associazione vittime dell’amianto, che a causa dell’Eternit ha perso cinque familiari tra cui marito, figlia, sorella e nipote: ”Morire di lavoro è terribile e morire perché si passeggia in una strada di Casale è ancora più terribile”». Ai microfoni de La storia siamo noi parlano anche gli avvocati difensori dei due imputati Louis De Cartier e Stephan Schmidheiny. Racconta inoltre Alessandro Marinaccio, ricercatore Inail e responsabile del Registro Nazionale dei Mesoteliomi: “Già verso la metà degli anni ‘60 i primi studi statunitensi non lasciavano più dubbi sull’associazione tra amianto e mesotelioma pleurico”, ma a Casale Monferrato la produzione continua. Solo nel 1992 in Italia viene finalmente varata una legge (la legge 257) che sancisce il divieto di impiego di amianto e dispone la bonifica di tutti i lavorati che lo contenevano. Ma nel mondo ci sono ancora 125 milioni di persone che lavorano l’asbesto e ogni 5 minuti ne muore una. Dice Romana Blasotti: “Vorrei poter chiudere gli occhi... svegliarmi un giorno e dire: Non si ammala più nessuno…».