Articolo »

Nomine

Tiziano Maino presidente di Piccola Industria di Confindustria Alessandria

Il Gruppo associa 350 imprese con meno di 100 dipendenti

Nella foto Biraghi, Marenghi e Maino

Rinnovo ai vertici del Gruppo Piccola Industria di Confindustria Alessandria, che ha eletto il nuovo Consiglio direttivo e il presidente.

L’Assemblea del Gruppo, il 18 maggio presso la sede dell’Associazione, si è svolta alla presenza di Laura Coppo, presidente di Confindustria Alessandria, di Giovanni Baroni, presidente nazionale Piccola Industria di Confindustria, di Alberto Biraghi, presidente regionale Piccola Industria di Confindustria Piemonte, e di Alberto Marenghi, vice presidente nazionale di Confindustria. 

Il Gruppo associa 350 imprese con meno di 100 dipendenti ed è quindi una componente molto rilevante dell’economia provinciale «ed il cuore del nostro tessuto produttivo» come ha sottolineato Carlo Volpi, presidente uscente del Gruppo, all’Assemblea, e ha aggiunto: «Abbiamo l’impegno di continuare a favorire lo sviluppo delle nostre piccole e medie imprese sul nostro territorio, e per il nostro territorio».

Nella sua relazione all’Assemblea, Carlo Volpi, ha ripercorso gli impegni del suo mandato dal 2019: «Ho un forte rammarico: avrei voluto fare di più per le piccole imprese del territorio, in questo periodo – ha detto Volpi – Non voglio, sia chiaro, indicare la pandemia come giustificazione. Però senza dubbio quello che è successo ha influito, e non poco, anche sul nostro operare. Nell’immediato ci siamo impegnati soprattutto sull’emergenza, quando non sapevamo neppure se le nostre aziende avrebbero potuto continuare a rimanere aperte, e quando la salute e sicurezza dei nostri collaboratori era la prima impellente urgenza di cui occuparci. Da questo punto di vista posso dire che le piccole imprese del nostro territorio, anche con il supporto che come associazione abbiamo saputo dare loro, hanno avuto modo di affrontare una delle situazioni più difficili e improbabili di sempre con efficienza e dimostrando la propria resilienza. La pandemia, senza dubbio, ha cambiato il nostro modo di agire, come imprenditori e nel ruolo che svolgiamo quando veniamo in associazione».

Carlo Volpi è anche presidente di Fondazione Viva: «Non è certo stata la causa di un nuovo progetto su cui abbiamo molto operato negli ultimi due anni – ha rimarcato Volpi – ma anche l’emergenza ha accresciuto il nostro sforzo per la costituzione e l’avvio della Fondazione VIVA, per dare una risposta a quei bisogni, sempre crescenti, che vanno al di là del tradizionale ruolo di assistenza e rappresentanza fornito dall’Associazione. E la Fondazione Viva è un progetto che è nato e che viene attuato sempre con la massima attenzione alle esigenze delle piccole e medie imprese, che rimangono il cuore del nostro tessuto produttivoAbbiamo cercato in questi anni di mantenere l’operatività del Gruppo su quelle tematiche che tradizionalmente competono alla nostra Piccola Industria, a incominciare dall’accesso al credito. E nel 2022 abbiamo riaperto le porte delle nostre piccole e medie industrie alle scuole in occasione della giornata nazionale del “PMI Day Industriamoci”, riprendendo anche la collaborazione con la Confagricoltura per le imprese della filiera agroindustriale. La presenza del presidente nazionale e di quello regionale alla nostra Assemblea testimonia un’attenzione alla nostra territoriale che ci impegniamo a ricambiare nel futuro.

Un futuro «che io immagino, per il nostro Gruppo, di continuità con le attività ad oggi svolte. Abbiamo in corso molte cose, dallo sviluppo della Fondazione al recupero della Casa, alla crescita delle iniziative consolidate, in accordo sempre maggiore con il nazionale e la regionale. Abbiamo l’impegno di continuare a favorire lo sviluppo del tessuto delle nostre piccole e medie imprese sul nostro territorio, e per il nostro territorio. Facciamolo insieme, conservando il clima di collaborazione nel nostro Gruppo, che è uno dei pensieri più piacevoli che porto con me al termine del mio periodo di Presidenza».

Nella sua prima riunione il nuovo Consiglio direttivo ha nominato Tiziano Maino alla presidenza della Piccola Industria di Confindustria Alessandria, per il triennio 2023-2026, e succede in carica a Carlo Volpi che ha concluso il suo mandato. Tiziano Maino, presidente di I.S.E Sas di Spinetta Marengo e di Ce.S.I. Srl, ha già ricoperto importanti incarichi associativi nel sistema confindustriale.

Il Consiglio direttivo della Piccola Industria ha ringraziato Carlo Volpi per il suo significativo impegno e la Presidente di Confindustria Alessandria, Laura Coppo, ha consegnato a Volpi una targa sottolineandone la grande statura umana, ed i successi professionali.

Il Consiglio direttivo della Piccola Industria di Confindustria Alessandria è composto da:

Presidente: Tiziano Maino (I.S.E Sas Srl). Consiglieri: Valerio Alfonso (Prisma Impianti Spa); Raffaella Balza (Sugherificio Balza F.lli Srl); Matteo Castagnotto (Torrefazione Mike Spa); Simone Cini (Az Servizi & Logistica Srl); Orlando Fravega (Fravega Srl); Federico Marsi (Fridocks Srl); Fabio Piella (La Suissa Srl); Alfredo Pollici (Notarianni Srl); Tiziana Prato (Fia-Trac Srl); Norberto Repetto (3i Engineering Srl); Maurizio Zelaschi (Sec di Zelaschi & C. Srl); e i nuovi nominati: Fabio Bergaglio (Bodrato Cioccolato Srl) e  Matteo Berutti (Autochim Srl). Carlo Volpi (Cantine Volpi Srl) Past President.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Noris Morano

Noris Morano
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!