Articolo »

Cronaca

Amc, laboratorio d’eccellenza con 34mila analisi dell’acqua

Presentata l’istanza ad Accredia per riconoscere le misurazioni dell’azienda

In un anno (il 2019), il laboratorio analisi di Amc ha effettuato oltre 34mila analisi, 34.243, per l’esattezza, su 1.853 campioni di acqua potabile prelevati. È il risultato di un laboratorio efficiente sul quale la municipalizzata casalese ha investito risorse aziendali: «Amc - sottolinea il direttore generale Gabriella Cressano - da diversi anni è fortemente impegnata in un processo di crescita e miglioramento: dal 1999 il Sistema di Gestione Aziendale ha ottenuto e mantiene la Certificazione di Qualità; da ottobre 2005 l’azienda ha ottenuto e mantiene la Certificazione del Sistema di Gestione Ambientale con l’integrazione nel Sistema di Gestione delle pratiche a protezione dell’ambiente, al fine di prevenire l’inquinamento, ridurre e gestire correttamente i rifiuti, diminuire i consumi di energia e dei materiali».

A questi “titoli” già acquisiti, quest’anno Amc ha presentato ad Accredia l’istanza per ottenere l’accreditamento del laboratorio analisi aziendale: tale riconoscimento «consentirà di accreditare il metodo di analisi su alcuni parametri caratteristici nel controllo delle acque potabili». Amc, dunque, anziché far eseguire e analisi a fornitori esterni, ha scelto di puntare e investire con personale, attrezzature e ambienti sul laboratorio di via Orti. Al termine di questo processo, Accredia, l’ente italiano di accreditamento, riconoscerà ad Amc l’imparzialità e la competenza tecnica del personale aziendale e la disponibilità di tutte le risorse (attrezzature e locali) tali da garantire dati e risultati che siano accurati e affidabili per specifiche prove e misurazioni. «Nel corso del 2021 - ci anticipa il direttore Cressano - verrà realizzato un nuovo laboratorio analisi presso la sede aziendale che consentirà di spostare l’esistente in una struttura molto più ampia, passando dagli odierni 80mq a 250 mq, consentendo di suddividere al meglio le diverse zona di analisi del laboratorio e rinnovare le strumentazioni». A proposito di strumentazioni, saranno anche acquistati un cromatografo ionico ad alte prestazioni, uno spettrometro di massa a plasma accoppiato induttivamente, un gascromatografo accoppiato con spettrometro di massa e un cromatografo liquido ad alte prestazioni accoppiato a spettrometro di massa.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Renato Luparia

Renato Luparia
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!