Articolo »

Riprende dopo la pausa estiva, il X Festival Internazionale di Musica promosso dall’Associazione Pantheon

“Alessandria Barocca e non solo…”

Nove appuntamenti con interpreti di fama internazionale nei mesi di settembre e ottobre

Riprende dopo la pausa estiva, il X Festival Internazionale di Musica “Alessandria Barocca e non solo…”, promosso dall’Associazione Pantheon sotto la direzione artistica di Daniela Demicheli.

La ricca stagione concertistica che porta la grande musica in Alessandria e provincia, infatti, prevede nei mesi di settembre e ottobre ben 9 appuntamenti con interpreti di fama internazionale.

Sarà l’ensemble barocco «L’Archicembalo» (nella foto) che il prossimo 6 settembre, alle ore 21, all’Auditorium M.Pittaluga del Conservatorio di Alessandria, con la partecipazione dell’organista Walter Gatti, dedicherà la serata ad una delle icone della musica barocca: G. F. Haendel, con il concerto dal suggestivo titolo «La dolcezza ancor dentro mi suona». 

Gli appuntamenti proseguiranno il 15 settembre, nelle sale del Museo Civico di Palazzo Cuttica (AL), per un “Pomeriggio Barocco” con visita guidata al Museo, immersione nell’affascinante timbrica di antichi strumenti nelle mani di due esecutori d’ eccezione, Matteo Cicchitti (viola da gamba) e Domenico Ceresani (liuto e tiorba), un particolare ed accattivante programma dal barocco al classicismo e, al termine, degustazione di prodotti locali d’eccellenza.

I fasti barocchi e L’Archicembalo saranno nuovamente protagonisti il 19 settembre, nella centralissima chiesa di Sant’Alessandro con un omaggio al sommo J.S.Bach ed al clavicembalo, strumento principe dell’ epoca.

Sabato 21 settembre sarà invece la bella chiesa di San Carlo, a Castellazzo Bormida (AL) ad ospitare l’eclettico ensemble «I solisti ambrosiani», in una monografia del compositore Bartolomeo Bernardi, il violinista del Carmine.

Concluderà il mese l’Ensemble Lorenzo Perosi, in formazione di piano-trio, il 28 settembre, nella Sala Consiliare del Comune di Valenza (Palazzo Pellizzari) che accompagnerà il pubblico in un “viaggio musicale dall’Europa al Nuovo Mondo, alla ricerca dell’emozione” dal titolo “ Ad occhi chiusi”.

L’emozionante autunno del Festival prevede poi, sabato 12 ottobre, nella Sala Santa Maria di Acqui Terme, l’appuntamento con due giovani e raffinate musiciste: Cristina Mosca (soprano) ed Emanuela Cagno (pianoforte). Arie d’opera, canzoni napoletane ed altro ancora saranno la colonna sonora della serata.

Lo spazio giovani continuerà il giorno successivo, domenica 13, alle ore 18, presso l’Associazione Cultura e Sviluppo, dove l’emergente, ma già blasonato quartetto d’archi “Lichnowsky”, presenterà composizioni di Mozart e Beethoven eseguite su strumenti originali.

Ma le grandi emozioni non finiscono qui. Infatti il Festival, per concludere “ col botto”, sabato 19 e sabato 26 ottobre, rispettivamente ad Oviglio  (Sala Consiliare del Comune) e a Valenza (Centro di Cultura) presenterà due serate particolari e di sicura presa sul pubblico. La prima, dedicata al flamenco con il Guitar Duo, composto da Angela Centola e Roberto Margaritella e la seconda in cui l’Ensemble Lorenzo Perosi, in formazione di quintetto con pianoforte, regalerà al pubblico una “Notte di musica e di cinema” con musica dal vivo ad accompagnare la proiezione su grande schermo di note ed entusiasmanti colonne sonore.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Fabio Lavagno

Fabio Lavagno
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!