Articolo »

Basket Serie A2

Continua la striscia di vittorie delle Novipiù, che nel posticipo batte l’Urania 67-68. I ragazzi di coach Valentini raggiungono il secondo posto a parimerito della classifica

La JBM riceverà al PalaEnergica Capo d’Orlando nel prossimo turno di Serie A2 Old Wild West. Palla a due alle ore 17 di domenica 12

Dalton Pepper tra i protagonisti contro l'Urania Milano (foto JBM)

Continua la striscia di vittorie della Novipiù JBM, che nel posticipo batte al "PalaLido" l’Urania Milano di coach Villa. Casale sugli scudi nei primi 20’ minuti, con Pepper bravo a trovare soluzioni in avvicinamento e un autentico dominio sotto canestro dei lunghi rossoblù. Nel terzo quarto la reazione d’orgoglio dei Wildcats, che con Thomas poco inspirato, trovano canestri importanti da Montano e Bossi, mentre l’ex Nikolic si conferma una presenza scomoda in area. Le squadre ingaggiano un testa a testa negli ultimi minuti: Milano paga la fatica della rimonta e non trova più efficaci variazioni in attacco. Al terzo attacco con isolamento di Bossi è Hill-Mais a spegnere la luce dei padroni di casa. Con i due punti del Monday Night la JBM aggancia il quartetto delle inseguitrici della capolista Cantù.    

 

La JBM si presenta in campo al PalaLido Allianz Cloud con Fabio Valentini, Sarto, Pepper, Leggio e Martinoni. Inizio di match giocato su buoni ritmi ma con poche realizzazioni. Per la Novipiù i primi punti li mette a segno Dalton Pepper. Dopo 3’ di gioco Aaron Thomas, in un recupero piuttosto avventato, commette un fallo antisportivo, che i rossoblu non riescono a trasformare in punti.  L’inerzia del match premia la JBM, che, con la bomba di Valentini e l’esperienza di Martinoni, si porta sul 4-13. Entra in partita l’ex Nikolic, sbloccando l’Urania a secco da qualche minuto. La tripla dall’angolo di Hill-Mais, splendidamente armato dalla circolazione della JBM, porta i rossoblù per la prima volta ad un vantaggio in doppia cifra (8-18 al minuto 8). Okeke prova un coast-to-coast in palleggio: Piunti lo aspetta e costringe il giovane della Novipiù all’infrazione di sfondamento. I punti di Thomas nell’ultima azione del primo quarto fissano il parziale sul 14-20. Inizio di secondo periodo con il botta risposta da tre fra Formenti e Montano. I ragazzi di coach Valentini attaccano con pazienza e buone spaziature, ma concedono qualche contropiede a campo aperto ai Wildcats. Problemi di falli per il reparto lungi rossoblù, con Okeke a quota 2 e Martinoni con 3 infrazioni commesse dopo 14’. Gli effettivi di coach Villa cercano di attaccare la difesa rossoblù con tagli verso il canestro, ma la JBM difende le plance con grande fisicità. Le due squadre continuano a rimanere con 4 possessi di distacco. A 2’ dalla sirena le due squadre sono sul 29-39. Hill-Mais stoppa Thomas da tre, Pepper segna da tre su assistenza di Valentini. L’isolamento di Bossi sul finale di primo tempo non produce un buon tiro: si va al riposo sul 31-42.   

Si riparte con la tripla di Nikolic a cui replica Sarto dall’area. Parziale di 7-2 dei Wildcats, rientrati in campo con un piglio decisamente diverso, specie in difesa. È Pepper a cercare di rimettere ordine nelle file rossoblù, trovando punti e preziose giocate. Tante imprecisioni in possesso della Novipiù e coach Valentini, sul 43-46, deve chiamare timeout per scuotere i suoi: in uscita dalla sospensione si alza l’intensità della JBM che però continua a faticare in fase realizzativa. Le due squadre sono ingaggiate in un serrato punto-punto. Al miracolo da fermo di Leggio, a segno da tre in una bellissima conclusione estemporanea, replica Montano con una realizzazione da 3 di comparabile difficoltà tecnica. Stoppatona da highlight di Okeke che, sul ribaltamento di fronte, inchioda con una schiacciata bimane il 52-55 proprio sulla sirena del terzo quarto. Inizio dell’ultimo periodo ancora nel segno di Okeke, che sfugge sulla linea di fondo e segna il 2+1 schiacciando di nuovo con due entrambe le mani al ferro. La tripla di Bossi e il long-two di Formanti rimettono le due squadre ad un solo punto di distacco (60-61 al 33’). Cipolla è fermo a quota 0 punti ma è un jolly in difesa, seguendo come un ombra Pepper e aiutando i compagni: la tripla di Montano, la terza del suo match, riporta avanti Milano. Le due squadre impattano sul pari 63 a esattamente 5’ dalla sirena. Le due squadre attaccano con foga ma con poca lucidità: il 2/2 dalla lunetta di Pepper riporta a +1 la Novipiù a 2’ dalla sirena (65-66). Il quarto fallo della serata di Martinoni manda Bossi in lunetta, che riporta i Wildcats avanti nell’ultimo giro di cronometro. Ancora un isolamento di Bossi, che Martinoni deve fermare con il suo quinto fallo. È Hill-Mia a subentrare al capitano JBM. Tensione dalla linea della carità e 0/2 di Urania. Non trema la mano del veterano Formenti, che con il sottomano porta i rossoblù sul 67-68 a 17’’ dalla sirena. Bossi prova ancora a sfidare la difesa rossoblù in solitudine: Hill-Mais si oppone con grande lucidità e il tiro del numero 3 Urania si schianta sul ferro. Termina 67-68.    

 

Partita dal punteggio decisamente basso: in maglia rossoblù solo Pepper chiude il match in doppia cifra (16 punti per lui). Si fermano a 8 rimbalzi i lunghi Martinoni e Hill-Mais. Percentuale di realizzazione della JBM che si attesta sul 40,6%: 32,9% la percentuale di Milano. l’Urania ha contato su una rotazione di 7 giocatori, mentre sono 9 i rossoblù scesi sul parquet. All’intervallo lungo la JBM aveva una percentuale realizzativa del 53,6%, con l’Urania ferma al 35,7%. La JBM si aggiudica con distacco la sfida a rimbalzo (41 - 50), testimoniando una maggior presenza sotto canestro, probabilmente una delle chiavi di lettura del match. In sostanziale pareggio (14-16 per la Novipiù) il conteggio degli assist. 

Questo il commento di coach Andrea Valentini sulla partita: «Faccio nuovamente i complimenti ai miei giocatori, perché sono riusciti a rimanere concentrati anche quando la partita è diventata più sporca e a fare le giocate giuste nel finale. È stato un secondo tempo non bello, perché abbiamo fatto 11 palle perse, noi dobbiamo imparare a continuare a giocare e a muovere la palla. Comunque siamo stati bravi, perché ci abbiamo creduto fino in fondo e abbiamo fatto due ottime difese nel finale che ci hanno permesso di vincere la partita. Speriamo che questa vittoria dia ancora più entusiasmo al nostro pubblico e mi aspetto di vederne tanto alla partita di domenica contro Capo d’Orlando».

 

URANIA MILANO - NOVIPIU’ JB MONFERRATO 67-68 (14-20; 31-42; 52-55)

URANIA MILANO: Piunti 9, Bossi 14, Nikolic 14, Cipolla, Montano 16, Paci 8, Pesenato NE, Thomas 6. Valsecchi, Abega, Manzoni e Cavallero n.e. All. Davide Villa.

NOVIPIÙ JBM: Sarto 7, Valentini F. 3, Valentini L. 7, Formenti 8, Okeke 8, Martinoni 8, Pepper 16, Leggio 5, Hill-Mais 6. Sirchia e Lomele n.e. All. Andrea Valentini.


Profili monferrini

Questa settimana su "Il Monferrato"

Roberto Remorino

Roberto Remorino
Cerca nell’archivio dei profili dal 1871!